Ranieri: "Colley e Regini faranno la loro parte. Mi aspetto un Bologna aggressivo"

20.11.2020 14:02 di Matteo Romano   Vedi letture
Ranieri: "Colley e Regini faranno la loro parte. Mi aspetto un Bologna aggressivo"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

La Sampdoria si accinge a riprendere il campionato con il match contro il Bologna. La partita contro i felsinei arriva dopo un periodo di sosta per le partite delle nazionali, che hanno tolto per diversi giorno alcuni effettivi della rosa:

“Riprendiamo dopo la sosta, vedremo cosa ci ha dato in più. Ci ha dato la possibilità di allenare quei giocatori che sono rimasti, allenarli bene, e ha tolto il fatto che le nazionali, parlo soprattutto di quei giocatori che non giocano con continuità, vanno, si allenano poco, non giocano, tornano e hanno perso dieci-quindici giorni di allenamento in pratica.  Gli altri che hanno giocato: viaggi, controviaggi, ritornano e sono stanchi. Ringraziando Dio abbiamo diversi nazionali, segno che la rosa a nostra disposizione è forte e competitiva – le parole di Ranieri ai canali ufficiali della Sampdoria – Hanno esordito due ragazzi giovani, Damsgaard con la Danimarca e Askildsen con la Norvegia, segno che i nostri osservatori hanno scelto bene quei giocatori che hanno un futuro davanti a loro”.

Sul cammino prossimo venturo in campionato e sulle assenze:

“Adesso ci sono otto partite prima della sosta natalizia e dobbiamo cercare di raccogliere più punti, dove è possibile, dobbiamo saperne approfittare, saper giocare come sappiamo con grande determinazione, grande senso di sacrificio e con grande orgoglio. Dobbiamo fare a meno di Tonelli e Augello ma sono convinto che sia Colley che Regini faranno benissimo la loro parte”,

La sosta ha permesso un lavoro specifico su Adrien Silva e Antonio Candreva, come un progressivo rientro di Manolo Gabbiadini, con Keita Balde invece ancora ai box:

“Silva si è potuto allenare bene, Candreva ci ha già fatto vedere che è tornato il Candreva che tutti conoscevamo. Keita Balde si sta curando, credo che farà in tempo a giocare negli ultimi giorni di dicembre e Gabbiadini questa settimana ha fatto l'allenamento con noi, diciamo che ha sopportato bene i carichi di lavoro anche se non erano come gli altri. Sarà disponibile e me lo porterò in panchina”.

Sull’incontro che opporrà i blucerchiati alla squadra di Sinisa Mihajlovic: "Mi aspetto il solito Bologna. Super aggressivo, super determinato, corto. Subito pronto a giocare in avanti e mettere in funzione quegli attaccanti che nell'uno contro uno sono molto validi. Noi dobbiamo essere bravi a saper fare la nostra partita cercando di creargli dei problemi e di non farcene creare”.

Il match del Ferraris sarà preludio a una nuova stracittadina, questa volta valevole per il passaggio del turno in Coppa Italia:

“So che i nostri tifosi, e anche i tifosi del Genoa, stanno pensando al derby. Io però sono abituato a pensare ad una partita alla volta. Adesso c'è il campionato e poi penseremo alla partita di Coppa Italia contro il Genoa. Ci teniamo noi, ci tengono loro. Sarà un derby vero come lo è stato poche settimane fa”.