Ferrero: "A nome di 38 milioni di tifosi chiediamo di riaprire gli stadi"

28.09.2021 17:13 di Lidia Vivaldi   vedi letture
Ferrero: "A nome di 38 milioni di tifosi chiediamo di riaprire gli stadi"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Intervenuto in collegamento durante il programma L'Aria che tira su La7, il presidente Massimo Ferrero ha ribadito la richiesta di riaprire la fruizione degli stadi al 100% della capienza per ridare slancio all'intero settore.

"Bisognerebbe avere un po' di coraggio, è inutile 'spararsi le pose' sul 75 o 80%, riapriamo gli stadi al 100% e chiudiamo la pratica. Non è che dobbiamo stare lì a chiedere l'elemosina per riportare i tifosi allo stadio e riportare la gente al cinema. 

Dite al ministro Speranza di venire a vedere, che qui sta morendo il calcio, sta morendo la cultura. Per quanto riguarda il calcio nessuno si ricorda di noi perché paghiamo tanto i calciatori, ma non abbiamo chiesto chissà che, solo lo spostamento dell'IRPEF. Noi abbiamo bisogno di lavorare, perché dovremmo subire una minoranza no-vax? Non chiacchieriamo più, la gente vuole lavorare, io ho ancora dipendenti in cassa integrazione che pago io. Abbiamo risolto la questione dei vaccini, e fateci lavorare! Non abbiamo chiesto neanche un euro di ristori. 

Voglio chiedere una cosa a Draghi a nome di 38 milioni di tifosi: non chiediamo soldi, ti chiediamo di aprire gli stadi perché gli stadi devono essere la casa dei tifosi per tutta la settimana, non solo per la partita. Chiediamo la semplificazione delle concessioni. E poi chiediamo, visto che abbiamo perso 1 miliardo e 300 milioni e paghiamo 3 milioni di tasse, ci puoi rateizzare l'IRPEF? Se lui farà queste cose, io canterò pubblicamente 'C'è solo un presidente, Draghi presidente'!"