ESCLUSIVA SN - "Din Don": "Pazzesca la punizione di Ramirez, "schiaffetto" al pallone. Un cioccolatino il passaggio per Quagliarella"

L'analisi tecnico - tattica dei goal blucerchiati a cura di Nicola Pozzi per SAMPDORIANEWS.NET
14.02.2020 17:50 di Nicola Pozzi   Vedi letture
ESCLUSIVA SN - "Din Don": "Pazzesca la punizione di Ramirez, "schiaffetto" al pallone. Un cioccolatino il passaggio per Quagliarella"

Fantastico, pazzesco il primo goal, punizione dal limite dell'area in una posizione leggermente spostata verso destra, perfetta per un mancino. Si riscontra una grandissima difficoltà da quel punto da dove viene calciata per l'intenzione di tirare sopra la barriera vista la poca distanza.

Nei pressi del limite dell'area un calcio sopra la barriera presenta grosse difficoltà, in primis non riuscire a scavalcarla e far scendere il pallone in tempo sotto la traversa, si tratta uno dei calci di punizione più difficili da eseguire trovando la rete sopra la barriera. Si rischia anche di non poter dar potenza alla conclusione, è davvero interessare analizzare questo momento della sfida. Ci sono quattro uomini granata in barriera, il quinto si posiziona dietro la barriera quasi sdraiato per evitare il classico tiro rasoterra.

Ramirez parte con una rincorsa molto breve, al suo fianco Gabbiadini con una rincorsa più lunga quasi per simulare un tocchettino per un eventuale tiro di potenza. Sicuramente chiave la posizione di Linetty, sulla carta l'unico doriano a disturbare la barriera, in realtà cerca di coprire la traiettoria per non far vedere la palla al portiere, si mette proprio in una quella posizione per ostacolare la visuale tra Sirigu e il pallone, per poi spostarsi all'ultimo secondo quando il tiro parte.

Lì tutti si aspetterebbero la cosa più logica, ovvero un tiro potente sul palo del portiere per cercare una deviazione o una respinta, le difficoltà per una punizione del genere sono altissime, Ramirez opta per la sorpresa; fa due passi e dà questo schiaffetto di interno collo quasi accarezzando il pallone, un'esecuzione pazzesca, fantastica, perfetta. La palla si alza con la forza giusta sopra la barriera, il difensore cerca di saltare, ma impensabile una conclusione simile, la palla riesce a scendere perfettamente e dolcemente sotto l'incrocio dei pali. Un grandissimo coefficiente di difficoltà, grandissima esecuzione di Ramirez, punizione fantastica.

In occasione del sorpasso l'azione si sviluppa sul fallo laterale sulla corsia sinistra, rimessa lunga di Murru nel cuore dell'area di rigore, la Sampdoria cerca di andare direttamente in area, si crea questo due contro due centrale sugli ultimi due difensori granata a difendere la porta di Sirigu. Si cerca il primo riferimento, il primo vertice rappresentato da Ramirez, molto vicino a Quagliarella. Succede che Nkoulou commette un'ingenuità tentando di andare sull'anticipo di Ramirez, molto bravo ad usare il corpo, cercando di difendere il pallone, ostacolare il difensore per non permettergli un anticipo pulito, peraltro anticipo rischioso in area. 

L'uruguayano, con furbizia e malizia, lo sbilancia un attimino e l'intervento del granata va a vuoto, il pallone passa, diventa un due contro uno, la palla va a Fabio, bravissimo a prendere posizione davanti al difensore. Lì Ramirez va a ricevere lo scarico, Fabio di petto gli chiude perfettamente lo scambio, per lui è un gioco da ragazzi appoggiargli il pallone per andare al tiro, l'uruguayano non esita, non fa tanti ragionamenti, calcia al volo di collo destro, peraltro non il suo piede, di prima intenzione, la palla si insacca alla sinistra di Sirigu, Ramirez impatta in modo perfetto, nulla da fare per l'estremo difensore.

L'azione che porta al penalty si svolge in zona centrale, da evidenziare un assist bellissimo a Quagliarella sopra la difesa del Torino, un po' scoordinata. Fabio lavora molto bene sulla linea dei difensori, fa il taglio alle spalle della retroguardia, il passaggio di Linetty è un cioccolatino, al bacio, scavato sopra la linea difensiva con la giusta forza. Fabio è bravo a non andare in fuorigioco, ricevuta palla gioca di qualità e fisico nel mantenere la posizione, il vantaggio sul difensore arrivando appena dentro l'area e calcia quasi a botta sicura, lì inevitabile la trattenuta di Izzo che va ad ostacolare sul tiro in maniera irregolare, la realizzazione infatti non viene in maniera perfetta, calcio di rigore ineccepibile ed espulsione. 

Dal dischetto ritroviamo l'esecuzione che Fabio ci ha abituato, calcia forte centrale di mezzo collo, uno dei rigori migliori che si possono tirare, offre una grande garanzia di successo, lui è molto bravo ad eseguirlo, calcia forte alto quasi centralmente, la sfera si insacca in rete. Vittoria importantissima per la squadra di Ranieri in un momento importante della stagione.

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE SAMPDORIANEWS.NET

© foto di Sampdorianews.net