Di Francesco: "Prendiamoci la prestazione positiva e affrontiamo la prossima con lo stesso piglio"

14.09.2019 21:12 di Corrado Camera   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Di Francesco: "Prendiamoci la prestazione positiva e affrontiamo la prossima con lo stesso piglio"

Eusebio Di Francesco non fa drammi dopo la sconfitta di Napoli e anzi ci tiene a sottolineare le cose positive che la sua Sampdoria ha mostrato nel corso del match del San Paolo.

Nella consueta intervista post-partita non ha però mancato di sottolineare la mancanza di cinismo della sua squadra. Queste le dichiarazioni rilasciate ai microfoni di Sky Sport nell’immediato post partita:

"La squadra è cresciuta, ha dato l'impressione di equilibrio e compattezza. Anche col Sassuolo ci siamo complicati la vita da soli, oggi nel cooling break ho modificato qualcosa e abbiamo rischiato meno, riuscendo ad essere pericolosi in più occasioni. Avremmo meritato di più per la prestazione generale della squadra. Quando soffri e prendi qualche gol di troppo, quando hai l'opportunità devi segnare. Se dovessi basarmi sulle prestazioni, con il 3-4-1-2 la squadra ha dato l'impressione di avere più copertura. La squadra non deve avere paura di accorciare in avanti, specialmente i difensori. Altrimenti si ha difficoltà contro calciatori intelligenti come quelli del Napoli. Questo mi ha portato ad abbassare un po' più Rigoni in una sorta di 5-3-2".

Pungolato poi sulle occasione mancate e sulle difficoltà tattiche mostrate dalla squadra nelle prime tre giornate ha così risposto: "Nell'ultimo passaggio siamo stati troppo precipitosi, sia su palle esterne che su palle in cui potevamo essere più determinati. C'è stata un'azione in cui ci siamo persi un tre contro due perché Linetty non ha retto l'urto di Fabian. Capisco i ragazzi, abbiamo bisogno di un risultato positivo in questo momento. Un pizzico di fortuna oggi ci avrebbe permesso di arrivare in fondo diversamente. Non siamo stati bravi a crederci. Prendiamoci la prestazione positiva e affrontiamo la prossima con lo stesso piglio. C’è un processo di crescita in atto ma si deve ancora migliorare, lavorando ed essendo determinati in ciò che facciamo. Bisogna avere maggiore apprendimento delle mie ricerche. Se non accetti il duello uno contro uno, quando giochi così come facciamo noi, fai fatica. Bisogna avere più malizia, maggiore decisione. In Serie A non possiamo permetterci di subire la furbizia della Lazio nella prima partita di campionato".

Allo stesso tempo però vengono riconosciuti i meriti e la forza dell’avversario: “Davanti avevamo una squadra forte da tutti i punti di vista, ci può stare concedere qualcosa al Napoli. Io sono venuto qui con la Roma e,anche quando abbiamo vinto o pareggiato, il Napoli ha creato. Ci sono volte in cui prendi il gol e altre volte no. Il Napoli legge bene i momenti della partita, ha grandi mezzi, gran conoscenza del calcio a livello individuale. E' stata la miglior prestazione però da quando sono alla Sampdoria, sapevamo di sfidare una squadra forte".