Bereszynski: "Sto facendo di tutto per restare. Obiettivo le coppe europee"

01.08.2019 18:25 di Matteo Romano   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Bereszynski: "Sto facendo di tutto per restare. Obiettivo le coppe europee"

Il mercato in uscita della Sampdoria potrebbe coinvolgere il futuro di Bartosz Bereszynski. Nel ruolo di terzino destro il difensore polacco non ha soltanto la spietata concorrenza di Jacopo Sala, che nella scorsa stagione gli ha soffiato in diverse partite il posto da titolare ma adesso anche quella di Fabio Depaoli, giunto nella sessione estiva di mercato dal ChievoVerona. Ai microfoni del portale polacco przegladsportowy.pl, l’ex giocatore del Legia Varsavia ha così commentato questo suo momento personale e professionale:

“Come accade nella nostra professione, possono succedere molte cose fino alla chiusura della finestra di trasferimenti. Niente è certo. Nel club ci sono tre difensori di destra - io, Jacopo Sala e ora è stato acquistato Fabio Depaoli. Penso che uno - Jacopo o io - dovrà lasciare la squadra. Ha (Sala, ndr) un anno di contratto, io sino al 2023, quindi per me dovrebbero pagare sicuramente di più. Oggi sto facendo di tutto per restare. Sto lottando per conto mio. C'è un nuovo allenatore, nuove tattiche, nuovi compagni con i quali competere e quindi stimoli che ti costringono a lavorare di più. Staremo a vedere. La mia testa è a Genova per ora. E cosa succederà dopo? Oggi nessuno lo sa – le parole di Bereszynski – Il club non mi ha dato alcun segnale che vuole vendermi. Allo stesso modo, l'allenatore Eusebio Di Francesco, con cui ho parlato più volte. È contento del mio lavoro. Non mi sorprende che nella squadra compaiano nuovi volti. Anche nella mia posizione. Depaoli è un buon giocatore. Il Chievo è retrocesso nel campionato, ma lui si è messo in mostra. Ha giocato in un blocco di difesa a cinque, quindi ha molto corsa. La vedo come una sfida, ma mi sono prefissato di darmi da fare. Sono un profilo consolidato in Italia, sono qui da 2 anni e mezzo. Non ho paura di nessuno. Al contrario. Una nuova sfida mi eccita. Nella mia vita ho ripetutamente dimostrato di poter combattere efficacemente per conto mio. Se resto nel club, giocherò".

Nella lunga intervista rilasciata al media del suo paese Bereszynski ha anche parlato dei possibili club interessati ad acquistarlo:

“Vi è interesse da parte di molti club, ma non da quelli menzionati dalla stampa, vale a dire Fortuna Düsseldorf ed Eintrach Frankfurt. Il fatto che questo mercato sia interessato a me è spiegato dal fatto che diverse squadre in Germania hanno bisogno di un difensore. Non sono un giocatore qualunque: gioco nella nazionale polacca e in uno dei campionati più forti d'Europa. Sono convinto di essere nelle liste di interesse di alcune squadre e vedremo se si svilupperà qualcosa. Presto, la situazione dovrebbe essere chiarita – afferma il terzino destro blucerchiato – Se dovessi cambiare, allora andrei solo nelle migliori leghe europee. La Bundesliga, come la Serie A, è una di quelle. Ho sempre sognato la Premier League. Anche questa non è una direzione impossibile. Qualcosa può succedere. Indipendentemente dalla destinazione - Inghilterra, Germania o Italia - proverei ovunque, anche se vorrei sottolineare che oggi sono felice a Genova”.

Per Bereszynski anche un piccolo passaggio sulle voci di un possibile cambio societario:

“Eravamo in ritiro e non abbiamo mai toccato questo argomento. […] Un giorno ho letto sulla stampa che il club verrà venduto, poi viceversa. Staremo a vedere. Queste sono questioni al di fuori della portata dei giocatori. Ci concentriamo sulla preparazione”.

In conclusione, il nazionale polacco alza l’asticella degli obiettivi per la prossima stagione:

“Per ora, stiamo costruendo qualcosa di interessante. […] Il nostro vero obiettivo è lottare per le coppe europee. Spero stavolta con un risultato positivo. Ogni anno siamo stati vicini, ma alla fine non avevamo più forze. La scorsa stagione abbiamo avuto momenti diversi. C'è stato anche un periodo in cui eravamo tra le prime tre, ma in seguito sono iniziati i problemi e siamo scesi in classifica. Oggi abbiamo un'altra realtà: una nuova tattica, un nuovo allenatore, nuove esigenze. Senti l'atteggiamento positivo. Lavoriamo e vogliamo fare un ulteriore passo avanti verso le coppe europee. E per questo c’è bisogno di una buona difesa”.