ESCLUSIVA SN - Bagatta: "Samp ha i colori più belli del mondo. Società brava a scovare giovani di talento"

15.11.2016 22:15 di Serena Timossi Twitter:   articolo letto 1703 volte
Fonte: Dalla nostra inviata Enrica Iacono
ESCLUSIVA SN - Bagatta: "Samp ha i colori più belli del mondo. Società brava a scovare giovani di talento"

Tra gli ospiti della festa del Sampdoria Club La Milano Blucerchiata anche il giornalista Guido Bagatta, presente in veste di tifoso blucerchiato.

Che effetto fa essere qui non in veste di giornalista, ma di tifoso? "E' bellissimo, divertente, sono tutte persone meravigliose. Non mi aspettavo questa accoglienza, non è calore, ma è amicizia, come se li conoscessi da sempre".

Quando è nata la passione per la Samp? "Alla fine degli anni '60, a Santa Margherita quando ero bambino. Andavo in vacanza e poi anche un po' d'inverno perché c'erano i miei nonni. Il bar sotto casa era di genoani che tenevano la musica alta, un po' per forza di reazione, un po' perché ti innamori della maglia, dei colori più belli del mondo. Poi a vent'anni ho avuto una fidanzata a Milano, ma sammargheritese doc e da lì la passione per la Samp si è rafforzata".

Cosa ne pensa della Sampdoria di Giampaolo? "Quest'anno non sono ancora andato allo stadio, a differenza dell'anno scorso in cui sono andato un paio di volte, ma l'ho vista in trasferta a Milano. Abbiamo avuto un po' di blackout dopo la partita con la Roma, che avremmo dovuto vincere, ma ci fu una lunga interruzione per la pioggia. C'è stato un mese orribile, ma poi abbiamo trovato il modo di dare la palla a Muriel e il mondo è cambiato. Muriel in questo momento è praticamente il centravanti più in palla del campionato. Lo abbiamo noi per il momento, ma è difficile tenere un giocatore del genere, ancora giovane ma che ha il diritto di giocare in grandi squadre. La squadra è giovane, alcuni giocatori non li avevo mai sentiti nominare, come Linetty, la società è stata brava a fare del mercato sotterraneo, scovando giovani di talento".

Quanto pensa possano essere importanti questi eventi e i club nel mondo del calcio? "Adoro i club. Padri di famiglia, ragazze, figli, i volti che abbiamo intorno stasera sono il vero tifo. La curva deve essere dei club".