Souness, l'arrivo ai Rangers e lo zampino della stampa scozzese: "Samp aveva dato una soffiata"

08.04.2020 16:09 di Moreno Cavanna   Vedi letture
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com
Souness, l'arrivo ai Rangers e lo zampino della stampa scozzese: "Samp aveva dato una soffiata"

Le due stagioni vissute con la  Sampdoria, coronate con la conquista della prima Coppa Italia della storia blucerchiata, hanno reso Graeme Souness uno dei giocatori più amati dalla nostra tifoseria.

Nel 1986 Charlie Champagne si trasferì ai Rangers in qualità di allenatore-giocatore, segnando uno dei periodi più floridi della storia degli scozzesi. Sotto la sua gestione i Gers vinsero ben 4 trofei in 5 stagioni, dopo 9 anni di assenza al vertice del campionato.

Nel corso di una lunga intervista al Daily Record, tradotta da Sampdorianews.net, il guru delle pubbliche relazioni e dello sport Alan Ferguson ha raccontato alcuni retroscena della trattativa fra Rangers e Sampdoria, rivelando il ruolo centrale che il giornalista scozzese Jim White svolse nella contrattazione: 

“In estate si sarebbe svolta la Coppa del Mondo. Jim White, che all'epoca lavorava per la STV (rete televisiva scozzese n.d.r.), era andato a Genova per fare un pezzo su Souness che all'epoca era alla Sampdoria.

Ha conosciuto l'addetto stampa della Sampdoria che gli aveva detto che Souness sarebbe voluto tornare a casa. Avevano suggerito a Graeme di riferire che sarebbe tornato in Inghilterra, se qualcuno in Italia gli avesse chiesto della sua prossima destinazione. Nessuno avrebbe mai pensato che Souness sarebbe potuto approdare ai Rangers, ma la notizia era giunta all'orecchio di Jim White perché la Sampdoria gli aveva dato una soffiata.

Una sera Jim mi telefonò alle dieci meno un quarto e mi riferì la notizia, ma a quei tempi non c'erano notiziari all'ora di pranzo, quindi abbiamo avuto tempo fino alle 18:00 per lavorarci su. Ho detto a David Holmes (presidente dei Rangers dell'epoca, n.d.r.) che dovevamo agire rapidamente e sbarazzarci di Jock (allenatore dei Rangers dell'epoca n.d.r), nel modo più carino possibile, e tenere una conferenza stampa con l'accordo concluso prima delle 18:00.

David Holmes parlò con Jock e io rimasi a trattare via Telex con  Paolo Mantovani, il presidente miliardario della Sampdoria. Presentammo un'offerta per Graeme. Dopo aver ricevuto la risposta che stavamo cercando convocammo una conferenza stampa nella Blue Room, che era insolita per i media a quei tempi.

Campbell Ogilvie (Segretario generale dei Rangers dell'epoca, n.d.r.) esclamò: "E' con rammarico che annunciamo la risoluzione del contratto di Jock Wallace e annunciamo che Graeme Souness è stata invitato a subentrare come allenatore - giocatore. Sarà qui alle 10 di domani mattina". 

L'accordo era che quando Graeme avesse visto muoversi la maniglia, sarebbe dovuto essere lì dietro la porta, ma non successe niente. Io aprii e lo trovai al telefono con un amico in Inghilterra. Ci fu un attimo di esitazione, ma poi varcò la porta, e il resto è storia".