Sassi: "Mia collaborazione con Marotta non poteva concludersi alla Sampdoria"

10.10.2021 19:02 di Diego Anelli   vedi letture
Sassi: "Mia collaborazione con Marotta non poteva concludersi alla Sampdoria"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Roberto Sassi, figura imprescindibile anche nella Juventus dal 2011 al 2020 contribuendo da protagonista alla creazione del Training Check prima e del Dipartimento Sport Science e attualmente consulente per il Città di Varese, ha ricordato i tronfi della Sampdoria Primavera in un'intervista a tuttojuve.com:

Marotta, che aveva già conosciuto ai tempi della Sampdoria, lo ha poi ritrovato nella Juve. "In realtà abbiamo lavorato insieme per cinque anni a Varese ad inizio carriera, poi qualche tempo dopo alla Samp per quattro stagioni. E di certo la nostra collaborazione non poteva concludersi lì. Lui e Paratici, che erano in Russia per acquistare Krasic, sono venuti a trovarmi nel centro sportivo della Dinamo Mosca e mi hanno chiesto la disponibilità a lavorare con loro. E fu così che l'anno successivo è cominciata la mia avventura con la Juventus".

Ed è stata una grande avventura che le ha consentito di vincere ben nove scudetti di fila. "A me non piace parlare degli scudetti della Juve, non è una cosa che mi fa impazzire. Perché allora posso dire di aver contribuito a cinque promozioni dalla B alla A, poi di aver vinto la prima Coppa Italia della Fiorentina, la Supercoppa Uefa e la Copa del Rey col Valencia, la tripletta con il settore giovanile della Sampdoria Primavera".