Soriano: "Il peggiore errore possibile è quello di sentirsi arrivati"

 di Andrea Piras  articolo letto 645 volte
© foto di Luigi Gasia/TuttoJuveStabia.it
Soriano: "Il peggiore errore possibile è quello di sentirsi arrivati"

Umiltà e tanta voglia di mettersi a disposizione di mister Ciro Ferrara. E' questo Roberto Soriano, elemento importante nello scacchiere della Samp. All'edizione odierna del Corriere Mercantile, il centrocampista blucerchiato ha tracciato un bilancio di questa prima parte di stagione:

"Siamo tornati in A? Ci siamo arrivati con pieno merito, dopo una stagione difficile e piena di problemi, ma che eravamo stati bravi a raddrizzare nella seconda parte, con spirito di sacrificio e tanta forza di volontà. Ora ci siamo e vogliamo restarci. Sul piano personale, sono soddisfatto perchè ho avuto modo di giocare, ma siamo solo all'inizio e in questi casi il peggiore errore possibile è quello di sentirsi arrivati.

Non sta a me candidarmi a parole, io sono abituato a guadagnarmi spazio con il silenzio e il lavoro. Sono uno dei più giovani nel gruppo, ho pochissima esperienza ad alto livello, posso metterci il mio entusiasmo e la mia voglia di arrivare. Per il resto deciderà il mister, che ci vede allenare ogni giorno e quindi sa quali scelte fare.

Dove possiamo arrivare io e la Samp? Per prima cosa dobbiamo pensare a conquistare il più rapidamente possibile i punti che mancano alla salvezza, prima arriveranno e prima si potranno fare altri discorsi. Sul piano personale, mi aspetto di crescere ancora e di poter conquistarmi uno spazio importante qui alla Sampdoria, una società cui devo essere riconoscente per aver creduto in me quando ancora non avevo dimostrato nulla.

Il primo gol in A? Spero arrivi al più presto e che sia importante per la Sampdoria. Fare gol non è certo il mio compito principale, tanto più che in attacco abbiamo ottimi elementi. Se mi capita l'occasione, cercherò senz'altro di sfruttarla. A Varese il mio primo gol in assoluto non contò nulla, ma ero contento lo stesso. Spero che la prossima volta vada meglio".