SAMPDORIA MVP - Candreva, l'esigenza di essere cinici per alzare l'asticella

11.01.2021 23:48 di Moreno Cavanna   Vedi letture
SAMPDORIA MVP - Candreva, l'esigenza di essere cinici per alzare l'asticella
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

La serata blucerchiata è certamente negativa, con tante ombre e poche luci ad accompagnare una sconfitta che non sembrerebbe avere giustificazioni.

Eppure nelle serate storte, spesso, si riescono a inquadrare quei giocatori che per personalità o esperienza sono in grado di sopperire ad una scarsa ispirazione, dimostrando comunque la propria utilità e il proprio pedigree.

L'identikit corrisponde perfettamente al profilo di Antonio Candreva, ragazzino di quasi 34 anni che più di una volta in questo avvio di stagione ha tolto le castagne dal fuoco alla compagine blucerchiata. E' vero, spesso l'ex Inter si intestardisce a cercare il dribbling o l'azione personale, ma è uno dei pochi a cercare la porta con profitto o ad assistere i compagni con assist vincenti.

Stasera il classe '87 è stato meno brillante del solito, è vero, soprattutto meno propositivo e di supporto alla squadra, ma il goal dell'1-1 siglato al 24' è un gran pezzo di bravura, sia per come viene lavorato il pallone recuperato dalla retroguardia doriana dopo il corner avversario, sia per come viene supportato lo sviluppo dell'azione con uno scatto di 80 metri. La conclusione, poi, è una mezza girata al volo di destro che sublima il perfetto cross tagliato di Jankto e non lascia scampo a Provedel.

La prova di Antonio, per il resto, è complicata da decifrare. La marcatura avversaria è stretta, gli spazi sono pochi e l'idea di Ranieri di partire ad esterni invertiti non favorisce il solito sviluppo delle sue azioni. Ciononostante Candreva risulta ancora una volta decisivo, come spesso è capitato dall'inizio del campionato, 4 volte con assist, 2 volte con una marcatura.

Il calcio è anche questo. A volte bisogna capitalizzare al massimo le poche occasioni che capitano, soprattutto per compiere lo step necessario a diventare una squadra di alto livello.