Sampdoria, grinta Stankovic: "Il posto dove voglio essere è qui, a lottare"

Il tecnico della Sampdoria Dejan Stankovic ha parlato ai media ufficiali blucerchiati del delicato momento della squadra
22.01.2023 16:57 di Lidia Vivaldi   vedi letture
Sampdoria, grinta Stankovic: "Il posto dove voglio essere è qui, a lottare"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Mister Dejan Stankovic ha parlato ai media ufficiali blucerchiati al termine della gara che ha visto la Sampdoria uscire sconfitta da Marassi per mano dell'Udinese:

"Purtroppo non abbiamo segnato, è quello che mi brucia di più, quello che mi fa più male: non vedere esultare tutti noi a Marassi. Se non fai la prestazione non hai speranze, ma noi anche domenica scorsa contro l'Empoli abbiamo fatto una gran bella prestazione, creato occasioni e non siamo riusciti a segnare. Oggi lo stesso, due-tre palle gol pulite. Non segnare è difficile, dopo la Serie A ti punisce. È un campionato dove un rimpallo, dopo un mezzo fallo (io penso che fosse fallo su Nuytinck) ti penalizza, e subisci gol in una partita in cui non hai rischiato mai. Forse ci sono stati un paio di minuti, nel primo e nel secondo tempo, dove eravamo un po' sbilanciati, ma ci può stare. Invece purtroppo non segniamo.

Sono sicuro che se fossimo andati in vantaggio 1-0 o 2-0 era tutta un'altra storia, sarebbe scesa giù la Gradinata, si sarebbe acceso tutto lo stadio guadagnando quell'autostima che forse ci manca nei momenti decisivi. Cambierebbe tutto, cambierebbe un cammino che quest'anno è molto difficile.

Non voglio piangermi addosso, mi brucia e mi fa tanto male personalmente. Devo trovare le soluzioni, di mollare non se ne parla. Non è nel mio DNA. Non voglio che qualcuno capisca male: il posto dove voglio essere è qui e continuare a lottare. Prima o poi un episodio deve girare anche per noi. Ringrazio tutti, sempre forza Sampdoria".