Rossinelli: “La forza della squadra è stata non demoralizzarsi. Ti salvi se fai gruppo”

14.01.2020 22:30 di Serena Timossi Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Rossinelli: “La forza della squadra è stata non demoralizzarsi. Ti salvi se fai gruppo”

Ospite della trasmissione “Gradinata Sud”, in onda ogni martedì su Primocanale, Marco Rossinelli ha commentato l'importante vittoria della Samp sul Brescia:

“Siamo partiti male, nel primo quarto d'ora abbiamo subito il goal, poi abbiamo sprecato le occasioni per pareggiare. La forza della squadra è stata non demoralizzarsi, ha continuato a fare gioco e poi ha meritato ampiamente di vincere la partita”.

Rossinelli, che vestì la maglia blucerchiata dal '70 al '76, non ha eletto un migliore in campo, preferendo elogiare la prestazione di tutta la squadra: “Mi è piaciuta tutta la squadra. Era di un'estrema importanza vincere, per la classifica e per il morale. Ora si va a Roma affrontando la Lazio con un altro spirito”.

L'ex difensore ha speso parole di apprezzamento per Vasco Regini, protagonista di una prestazione positiva da titolare, formando un inedito tandem centrale con Chabot: “Regini è partito bene, il pubblico lo ha apprezzato. Se senti il tuo pubblico che ti incita, ti viene una gran voglia di giocare, ti aiuta. Se il pubblico fischia accade il contrario”.

Riferendosi al suo passato blucerchiato e alla lotta per la salvezza, Rossinelli ha tracciato la strada da seguire: “Ti salvi se fai gruppo, l'importante è lo spogliatoio. Erano altri tempi, all'epoca ci frequentavamo, anche con le famiglie, andavamo al ritiro dal giovedì, stavamo insieme e si faceva gruppo, ora non so se si faccia. Se per salvarsi è più importante avere una buona difesa o un buon attacco? Avere una buona difesa consente di salvarsi”.

Sul calciomercato: “Se serve un attaccante? Se è un attaccante buono, sì”.

Rossinelli ha infine sottolineato il legame profondo che lo lega alla Sampdoria: "Questi colori li ho dentro, non vanno mai via".