Ranieri in conferenza: "Milan è una super squadra. I ragazzi hanno dato fondo ad ogni piccola stilla di energia"

29.07.2020 23:05 di Lidia Vivaldi   Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Ranieri in conferenza: "Milan è una super squadra. I ragazzi hanno dato fondo ad ogni piccola stilla di energia"

Nella consueta conferenza stampa post partita mister Claudio Ranieri ha voluto analizzare gli aspetti della gara contro il Milan concentrando l'attenzione sui riscontri positivi, come i giovani che si sono messi in luce nei 90 minuti, e la generosità con cui la squadra ha affrontato i rossoneri nonostante la stanchezza per i tanti impegni ravvicinati.

A salvezza già raggiunta, forse la Samp è entrata in campo un po' molla? "Non sono d'accordo. Il Milan è una super squadra che sta giocando bene, sta attraversando un momento d'oro e ha tantissima qualità. Hanno avuto cinque giorni per recuperare, noi siamo arrivati a Genova lunedì alle quattro del mattino. Io non pensavo che i ragazzi riuscissero a raschiare il barile come hanno fatto. Finché ne abbiamo avuto, abbiamo anche creato la palla dell'1-1, poi quando non ne avevamo più la qualità ha fatto la differenza. Permettetemi di ringraziare i miei ragazzi perché hanno dato fondo ad ogni piccola stilla di energia."

Questione di calendario? "Non è questione di calendario. Noi abbiamo giocato ogni volta di domenica e mercoledì, a qualcuno magari è capitato un giorno in più di riposo. Adesso però, alla dodicesima partita consecutiva, ci vogliono le bombole d'ossigeno per correre dietro al Milan. Quindi tanto di cappello ai miei ragazzi."

Il gol di Askildsen può essere un segnale per il prossimo anno? "Certo, sta facendo molto bene e sarà il nostro futuro perchè è un ragazzo su cui puntiamo."

Quindi anche il suo di futuro? "Se non mi manda via lei (sorride ndr) ho un contratto anche per il prossimo anno."

Cosa si aspetta di portar via di buono da questa stagione per l'anno prossimo? "Ci è rimasta la gara con il Brescia, speriamo di fare una buona partita. Dobbiamo analizzare bene tutti i dati, c'è stata una prima parte e una seconda parte. Noi ci siamo salvati ma, lo ripeto, è stato un campionato molto stano, con il Covid, senza tifosi... Dobbiamo analizzare bene il tutto."

Cosa ha pensato sull'errore di Colley sullo 0-1? "Ho detto 'Povero ragazzo, ha avuto l'occasione per pareggiare e non c'è riuscito. Capita'."

Come mai la scelta di Maroni per il rigore? "Hanno parlato fra di loro. Il rigorista, andando via il capitano, era Gabbiadini. Ha voluto far calciare al ragazzo. E' un peccato perché ora forse avrà intaccato un po' la sua fiducia ma io ne ho tanta in lui. Vediamo cosa si potrà fare".

In questi mesi di allenamenti si è inquadrato il ruolo di Askildsen? "Il suo ruolo è una mezzala a tutto campo. Sta imparando la tattica italiana, quando deve coprire e quando si deve inserire. Non chiediamogli la luna."

Come giudica la prima in A di Falcone? "L'ho messo apposta perchè volevo vederlo 'bombardato' dall'artiglieria del Milan. Diciamo che si è comportato bene."

Inconsapevolmente la Samp dopo la salvezza ha "staccato la spina"? "Lo ripeto, non credo che i ragazzi abbiano staccato la spina. I ragazzi stanno mettendo la spina ogni volta dall'elettrauto per ricaricare le batterie. Non è facile fare dodici partite ogni tre giorni e, come ho detto prima, il Milan veniva da cinque giorni di recupero e noi alle 4 del mattina eravamo in macchina che rientravamo a casa. C'è un un po' di differenza".