Gasbarroni: "Sampdoria ha bisogno di una prestazione importante che la faccia svoltare"

19.09.2019 17:20 di Moreno Cavanna   Vedi letture
© foto di Jacopo Duranti/TuttoLegaPro.com
Gasbarroni: "Sampdoria ha bisogno di una prestazione importante che la faccia svoltare"

Andrea Gasbarroni ha affrontato in qualità di doppio ex la situazione relativa a blucerchiati e granata nel corso di un'intervista rilasciata ai microfoni di torinogranata.it.

Sul momento vissuto dalla formazione blucerchiata: "La Sampdoria è partita male, non so se il delicato momento che sta vivendo a livello societario, con il possibile passaggio di proprietà, possa aver influito su questo momento difficile. La squadra di Di Francesco non dico che sia già obbligata a vincere, ma ha bisogno di una prestazione importante che la faccia svoltare, e per fare questo chiaramente i tre punti sarebbero molto importanti. Il Toro però è una squadra che, anche per quanto visto lo scorso anno, forse riesce ad esprimersi meglio fuori casa,dove può sfruttare in maniera efficace anche le ripartenze, e quindi esaltare maggiormente le proprie caratteristiche".

Sul match di domenica: "Mi aspetto una partita aperta, con entrambe le squadre che, per diversi motivi, cercheranno la vittoria. Tra le due ovviamente il Toro è quella che forse potrebbe anche accontentarsi di un punto, ma, vista la sconfitta di lunedì contro il Lecce e le ambizioni che nutre per il campionato, penso che anche la squadra granata cercherà di portare a casa i tre punti. E' una partita molto difficile da pronosticare, ma come ho detto mi aspetto che entrambe le squadre proveranno a vincere".

L'attuale centrocampista del Pinerolo ha infine ricordato alcuni momenti vissuti con entrambe le maglie: "Ho avuto la fortuna di giocare in due piazze importantissime e di grande prestigio. A livello sportivo il periodo con la Sampdoria è stato migliore, perchè ero più giovane e la squadra era più forte nel momento in cui ci giocavo, mentre quando ero al Toro i granata stavano attraversando un momento più difficile. Ma posso dire senza alcun dubbio di aver avuto il privilegio di giocare in due grandissime società, ricche di storia e con grande blasone".