ESCLUSIVA SN - Tirotta: derby di ritorno, il nuovo CdA e la reazione dei Sampdoriani

09.08.2020 09:24 di Enzo Tirotta   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
ESCLUSIVA SN - Tirotta: derby di ritorno, il nuovo CdA e la reazione dei Sampdoriani

La Sampdoria ha raggiunto la salvezza con anticipo e quando si raggiunge l'obiettivo spesso c'è un calo. Se facciamo un passo indietro di un anno vediamo qualcosa di analogo, lo stesso era successo anche con Mihajlovic. E' sempre successo negli anni recenti, una volta raggiunto il nostro obiettivo assistiamo ad un calo. Il derby lo abbiamo giocato troppo sulle gambe, per il resto le altre partite sono state le classiche partite di fine stagione.

Per il derby però sono molto dispiaciuto, perché qualcosa in più avremmo dovuto fare. Un derby così è figlio dell'assenza di appartenenza, dell'assenza di stimoli. Gli stimoli non te li puoi inventare, devono esserci a prescindere. Il paradosso però è che ciò che ha fatto male a noi ha fatto bene a loro: non hanno avuto la pressione di giocare davanti al loro pubblico e ne hanno giovato, mentre a noi è mancata la spinta della Sud.

Cosa portare di questa stagione nel prossimo campionato? Niente, perché sicuramente non ci sarà continuità, da sei anni a questa parte non esiste continuità da un campionato all'altro. Se ci sarà continuità sarà casuale, sarà perché non sono riusciti a vendere un giocatore. Su questo sono disilluso, penso si sia capito anche da qualche mio post sui social.

Le ultime novità sul fronte societario lasciano piuttosto interdetti per la scelta dei nuovi componenti del CdA. Alcuni sono nomi chiacchierati, uno di loro aveva dato le dimissioni prima di una gara importante in casa dando uno scossone inaspettato. Poi entra un dirigente pulito ma chiacchierato. Inoltre c'è la nomina del capo del collegio sindacale: al di là fatto che sia genoano, cosa che a me può andare bene, uno che al mattino del giorno della nomina si preoccupa di nascondere i suoi post contro la Samp mi fa sorgere dei dubbi su che tipo di uomo sia. Se nascondi i post contro la Sampdoria (cosa inutile perché dopo pochi minuti sono saltati fuori lo stesso), cosa devo pensare che accadrà con la società? La fiducia, anche professionalmente, sta a zero.

Una reazione da parte della tifoseria arriverà sicuramente. I Sampdoriani hanno la capacità, la genialità e la fantasia per riuscire a farsi ascoltare. Riuscire ad incidere sulle decisioni sarà però tutta un'altra partita. Di sicuro una reazione ci sarà e credo sia doverosa. Già in settimana abbiamo potuto leggere la nota della Federclubs.

Io sono solo un singolo che dice quello che pensa, non è più l'epoca del capo popolo, lascio agli altri decidere se, e casomai, come mettere in piedi le proteste. Ora siamo ad agosto e non c'è l'occasione, ma qualcosa deve succedere, fosse anche soltanto un'azione simbolica da parte della tifoseria.

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE SAMPDORIANEWS.NET