D. Mannini: "Il giocattolo si ruppe con addio Marotta e Delneri"

14.04.2021 10:26 di Matteo Privitera   Vedi letture
D. Mannini: "Il giocattolo si ruppe con addio Marotta e Delneri"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Alberto Mariani/TuttoVerbania.com

Dopo aver appeso gli scarpini al chiodo, Daniel Mannini si è lanciato nell'imprenditoria di gelatine in Inghilterra. Trasferitorsi nello Yorkshire con la famiglia, ai microfoni di Tuttomercatoweb.com ha raccontato la sua storia, ripercorrendo anche l'esperienza vissuta a Genova:

19 anni tra i professionisti per te: qual è stato il momento più bello della tua carriera?: "Sicuramente quando ci siamo qualificati con la Samp ai preliminari di Champions".

Preliminari maledetti, che hanno portato a una stagione seguente da incubo: "Contro il Werder Brema abbiamo perso all'ultimo minuto, siamo andati ai supplementari ormai stanchissimi e non siamo passati. Il resto della stagione è poi figlia di scelte sbagliate: Marotta e Delneri avevano creato qualcosa di fantastico, col loro addio il giocattolo si ruppe. Cambiando la guida è cambiato tutto. Del resto le squadre e le società hanno meccanismi sensibili e devi stare attento a spostare qualcosa. L'addio di Pazzini e Cassano ha dato infine il colpo di grazia. A livello personale il fatto che Delneri fosse andato via per me fu pesantissimo, perché è stato un allenatore che ha esaltato gli esterni, quindi il mio ruolo. Col suo addio sono iniziati i cambi di modulo e io stesso ho dovuto adattarmi in ruoli non miei".