ESCLUSIVA SN - "Con il Rosso non si passa": "Stagione positiva, presto per parlare di mercato. Cagni allenatore d'esperienza"

Indimenticato baluardo difensivo blucerchiato. Opionionista di spicco per Sampdorianews.net
16.06.2015 13:22 di Mirko Conte  articolo letto 3316 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA SN - "Con il Rosso non si passa": "Stagione positiva, presto per parlare di mercato. Cagni allenatore d'esperienza"

La Sampdoria ha concluso una stagione positiva , al di la del fatto che non sia riuscita a conquistare l'Europa sul campo. Poi si vedrà se ci andrà per via traversa a causa delle mancanze di altre Società, comunque la reputo una stagione sicuramente positiva.

E' ancora prestino per parlare di mercato. Per ora di certa c'è stata solo la partenza di Pedro Obiang verso l'Inghilterra ed è stata una cosa normale: in questi anni la Sampdoria ha dato a tanti giovani la possibilità di crescere e quindi bisogna anche mettere in conto che se cresci dei giovani poi c'è il rischio di perderli. E' una politica giusta e credo che, come ha dimostrato di saper fare in questi anni, la Sampdoria opererà in maniera intelligente sul mercato e sicuramente andrà alla ricerca di un giusto mix tra giovani e giocatori d'esperienza, per mantenere la squadra nella classifica che le compete. Ovviamente quando perdi giocatori bravi come Pedro è sempre difficile sostituirli con altri di uguale spessore, ma credo che comunque la Società agirà nel modo giusto. Penso poi che la Sampdoria debba continuare a puntare su Emiliano Viviano e Lorenzo De Silvestri, perché hanno fatto molto bene, ritengo non ci saranno problemi da quel punto di vista. Certo confermarsi non è mai facile, se si è fatto bene, ma se si ha una base solida diventa più semplice.

Unica sicura mossa in entrata finora è stata quella dell'allenatore: è arrivato Walter Zenga, il quale ha poi scelto come vice Luigi Cagni. Conosco Gigi da molti anni e posso dire che è stata una scelta un po' atipica perché ha sempre fatto l'allenatore e mai il vice di nessuno, quindi mi risulta un po' strano. Dalla presentazione Cagni ha detto che ricoprirà un ruolo nuovo, da questo punto di vista, in Italia: nel nostro Paese si è più portati ad avere una figura propriamente da secondo e non un allenatore aggiunto che cura solo e soltanto la fase difensiva. E' comunque un allenatore d'esperienza enorme da questo punto di vista e credo che sarà un valore aggiunto al lavoro che farà Zenga, il quale non lo conosco, ma ricordo che a Catania ha fatto molto bene e caratterialmente mi sembra portato a livello di carisma per una Società e per una tifoseria come la Sampdoria. Inoltre conosce già l'ambiente e con l'aiuto di un allenatore come Cagni sicuramente potrà far bene.