ESCLUSIVA SN - "Con il Rosso non si passa": "Se a gennaio la società dovesse intervenire sul mercato, credo dovrebbe rinforzare l'attacco"

Indimenticato baluardo difensivo blucerchiato. Opionionista di spicco per Sampdorianews.net.
18.10.2013 00:00 di Mirko Conte  articolo letto 2425 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
ESCLUSIVA SN - "Con il Rosso non si passa": "Se a gennaio la società dovesse intervenire sul mercato, credo dovrebbe rinforzare l'attacco"

Il momento che attraversano i blucerchiati non è dei più positivi, ma c'è la possibilità, il tempo, e soprattutto la forza per migliorare la situazione in classifica.

Credo che la Sampdoria abbia una buona squadra per l'obiettivo che deve raggiungere e sia alla pari con le altre concorrenti alla salvezza, ma dovrà lottare fino alla fine, come successo negli ultimi anni. È normale che dopo un avvio negativo, in cui perdi terreno nei confronti delle tue dirette avversarie, subentri la paura, ma un allenatore come Delio Rossi, il quale ha grande esperienza in questo senso, saprà indicare ai suoi giocatori la strada per venirne fuori il prima possibile.

Se a gennaio la società dovesse intervenire sul mercato, credo che dovrebbe rinforzare l'attacco, perché vedendo la Samp giocare ho avuto la sensazione che manchi un vero attaccante da area di rigore, al momento l'unico con quelle caratteristiche è Pozzi. Gabbiadini è un giocatore a cui piace muoversi e andare a conquistarsi palloni fuori dall'area, più che giocare sotto porta, e anche Sansone ha caratteristiche da mezza punta più che da prima punta, mentre quello che manca è un finalizzatore che, su due occasioni che capitano, ne butti dentro almeno una.

Il rendimento di una rosa così giovane dipenderà da che tipo di ragazzi sono: ci sono dei giovani che riescono comunque a sopportare le pressioni di una piazza importante come quella blucerchiata, perché è inutile negare che giocare in un contesto del genere, quando le cose non vanno bene, non è semplice. È normale che avere dei ragazzi privi di un’elevata esperienza e con la paura di affrontare determinate partite in un contesto non facile, possa rivelarsi un fattore negativo.

È positivo invece se un gruppo giovane non sente la paura e affronta le partite con la spregiudicatezza tipica dei ragazzi che giocano al massimo e quindi possono darti quel qualcosa in più. Solo l'allenatore, che li conosce a fondo, può sapere se è il caso del gruppo blucerchiato.

La trasferta di Livorno non sarà facile, perché si tratta di una diretta concorrente che lotterà fino alla fine per la salvezza ed è un campo caldo, con una tifoseria che si fa sentire. Hanno una buona squadra, con un ottimo allenatore e giocare fuori casa in un contesto del genere, in un momento delicato, può essere complicato per la Samp.

Giocarla tra le mura amiche sarebbe stato meglio, ma in questa situazione la Sampdoria deve cercare di fare punti dappertutto, a cominciare già da domenica, per di più con una diretta concorrente. Un risultato positivo sarebbe un'iniezione di fiducia non indifferente.