ESCLUSIVA SN - "Con il Rosso non si passa": "Montella il più valido tra i giovani allenatori, ma ci vorrà tempo per vedere la sua impronta"

Indimenticato baluardo difensivo blucerchiato. Opionionista di spicco per Sampdorianews.net.
21.11.2015 10:23 di Mirko Conte   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA SN - "Con il Rosso non si passa": "Montella il più valido tra i giovani allenatori, ma ci vorrà tempo per vedere la sua impronta"

Se si guarda alla classifica attuale, non sono sicuramente da ricercare lì i motivi per cui la Sampdoria ha scelto di cambiare allenatore, perché la posizione è quella di una squadra che sta facendo abbastanza bene. Le ragioni sono altre, Ferrero ha detto che le sue idee e quelle di Zenga erano diverse, ma se non si è dentro alla Società i veri motivi non si possono sapere. Se la sostituzione sia arrivata nel momento giusto non lo so, saranno i risultati a dirlo.

Al di là dei trascorsi che ha avuto come calciatore alla Sampdoria, Montella ha dimostrato di essere il più valido tra i giovani allenatori e, di conseguenza, tra i tecnici disponibili, era il più appetibile. Credo che essendo riuscita ad arrivare a lui, la Samp abbia un grosso merito. E' normale che poi gli allenatori si debbano confermare, e non vivere di quanto fatto in precedenza, anche perché bastano poche partite senza vittorie per essere subito messi in discussione. Saranno i risultati, al di là del gioco o di altri fattori, a dire se Montella sarà stata la scelta migliore.

Udinese, Milan, Sassuolo e Lazio: la partenza non è sicuramente facile. Credo inoltre che in così poco tempo non si possa ancora vedere l'impronta dell'allenatore, e che quindi i risultati che arriveranno da qui a breve non saranno una diretta conseguenza del lavoro del nuovo tecnico. Ci vorrà un po', soprattutto per il tipo di calcio che vuole Montella. La squadra dovrà cercare di apprendere in fretta e di capire ciò che l'allenatore chiede, a prescindere dall'avversario. Quelle che la Samp si prepara ad affrontare sono oggettivamente squadre forti, ma non sempre le squadre forti sulla carta riescono ad avere la meglio sul campo. Milan e Lazio inoltre non hanno dimostrato grande continuità di risultati. Credo che la Samp possa giocarsela tranquillamente con tutti.

L'organico blucerchiato è abbastanza equilibrato, e sono dell'idea che si debba andare sul mercato solo se c'è l'opportunità di prendere giocatori più forti di quelli già in rosa. La Samp ha grande qualità soprattutto davanti e in mezzo al campo, sono reparti in cui è difficile trovare elementi ancora migliori. E' normale che qualcosa si muova a gennaio, ma migliorare la qualità di una squadra così non è semplice, gli interventi dovranno essere mirati a quelle situazioni in cui c'è qualche difficoltà. Inoltre, con l'arrivo di un nuovo allenatore, potrebbero esserci delle esigenze di giocatori con caratteristiche diverse da quelle degli attuali, questo dipenderà dal gioco che Montella vorrà attuare.

Nella settimana di preparazione alla trasferta di Udine, sono state molte le assenze per le nazionali. Anche se alcuni dei punti fermi dell'undici blucerchiato, come Eder e Soriano, sono scesi in campo da titolari, non credo che per dei giocatori giovani due partite ravvicinate in una settimana possano rappresentare un problema o fare la differenza. Sono calciatori capaci, e hanno le caratteristiche per giocare due gare a pochi giorni l'una dall'altra. Diverso il discorso per Muriel e Carbonero, volati in Colombia per gli impegni in Nazionale, per i quali sarà il lungo viaggio ad avere qualche ricaduta a livello fisico.

A Udine non sarà una partita semplice, si tratta di una squadra ostica, soprattutto in casa, anche se non sta attraversando un buon periodo. Anzi è proprio in questi momenti che il gruppo può dare quel qualcosa in più per tirarsi fuori da una situazione non facile. La Sampdoria, da parte sua, grazie al cambio di allenatore, potrebbe riuscire ad esprimersi su livelli più alti del normale. Se guardiamo l'aspetto tecnico i blucerchiati hanno senza dubbio qualcosa in più dell'Udinese. Sono partite dal pronostico difficile, ma se giocheranno con la stessa intensità, la Samp sarà avvantaggiata dalla maggiore qualità.