Rolando goal e assists, Falcone ai playout, Leverbe chiude da titolare

"A farsi le ossa" è la rubrica settimanale che vi tiene aggiornati sulle prestazioni dei giovani blucerchiati in prestito nelle serie minori.
09.05.2018 11:51 di Andrea Vazzoler  articolo letto 2826 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Rolando goal e assists, Falcone ai playout, Leverbe chiude da titolare

Il weekend passato ha chiuso i campionati di Serie C e definito le squadre che si daranno battaglia nei playoffs e playouts della categoria, mentre tengono ancora alta la concentrazione i ragazzi in prestito in Serie A e B in lotta per i rispettivi obiettivi. Nella massima serie vittoria fondamentale in ottica salvezza infatti della Spal che batte il Benevento 2-0; la squadra di Semplici si porta a più due dal Cagliari ma, per l’attaccante Federico Bonazzoli, ci sono solo pochi minuti a disposizione in un finale di gara che scivola via senza difficoltà per i ferraresi e con poche possibilità, per il giovane di Manerbio, di mostrare le sue qualità.

In Serie B continua l’ottimo momento di Gabriele Rolando che, nella vittoria del Palermo in casa della Ternana per 2-3, offre un’altra grande prestazione, condita da ben due assist e un gol. Con l’arrivo del tecnico Stellone, il giovane genovese ha dato sfogo alla sua duttilità tattica, e ora, il suo futuro è sotto la lente d’ingrandimento, con i dirigenti rosanero che gradirebbero riscattarlo e il ds Carlo Osti che osserva con attenzione. Contro i rossoverdi, prima spizza di testa un pallone per La Gumina che si invola verso la porta e insacca lo 0-1 e poi, al 46’, raccoglie un pallone al limite dell’area che crossa di prima intenzione sempre per il numero 20 rosanero che segna il secondo gol. Il suggello sulla prestazione del giovane centrocampista arriva al 61’ quando, dentro l’area di rigore, stoppa con il destro il suggerimento di Aleesami e di sinistro incastra il pallone sotto l’incrocio dei pali. Rosanero ancora in corsa per la promozione diretta in serie A, ma saranno decisive le ultime due partite di campionato.  

In serie C girone A l’Arezzo batte la Carrarese 0-1. Gli amaranto centrano la salvezza all’ultima giornata e archiviano un’annata difficile, costellata da problemi societari e penalizzazioni che, però, non hanno intaccato il carattere di una squadra nata per lottare. Campionato a dir poco positivo per il difensore slovacco Atila Varga che fin da subito ha messo in luce le sue doti tecniche e caratteriali dimostrando di potersi giocare sicuramente le sue carte in categorie superiori.

In zona retrocessione il Gavorrano batte in extremis la Pistoiese e, pur non riuscendo ad evitare gli spareggi, guadagna il piazzamento che consentirà ai maremmani di giocare sul terreno amico il ritorno del playout contro il Cuneo. In 90 minuti piuttosto poveri di emozioni il portiere Wladimiro Falcone viene chiamato in causa raramente, ma dimostra comunque buona concentrazione negli interventi. Nonostante la sconfitta maturata allo Zecchini, la Pistoiese di Giacomo Vrioni approda agli agognati playoff, dove troverà come primo avversario la Carrarese, che sfiderà in gara secca fuori casa.

Chiude invece con un tredicesimo posto l'Olbia: la squadra di Mereu, dopo aver anch'essa accarezzato l'idea playoff, si arrende per 3-0 al Monza, ma può archiviare con soddisfazione una stagione che ha visto i sardi distinguersi come una delle sorprese del girone A. Notizie positive per Maxime Leverbe che, dopo un rapido recupero in seguito all'operazione al ginocchio destro, ha potuto giocare la sua ultima gara con i galluresi ritrovando una maglia da titolare al centro della difesa, accanto all'altro giovane di prospettiva Iotti. Il buon campionato disputato dal francese a Olbia costituisce un ottimo biglietto da visita per il futuro del centrale blucerchiato.

Nel girone C il Trapani chiude la stagione regolare al terzo posto e attende l’inizio dei playoff per provare a realizzare il sogno della promozione in serie B. Scesi in campo forse già con la testa ai prossimi impegni, i siciliani appaiono sin dalle prime battute di gioco meno lucidi del solito e cadono 4-2 contro il Cosenza. Il centrocampista Antonio Palumbo, sempre protagonista nel corso di questa stagione, prova a regalarsi nuovamente la gioia del gol, ma la bella punizione a giro calciata al 25’ impatta sull’incrocio dei pali. Sempre nel vivo del gioco, è stato uno degli “insostituibili” di mister Alessandro Calori per tutta la durata della stagione.

Non ha più nulla da chiedere al campionato la Reggina, ormai salva, che ospita al Granillo una Juve Stabia già sicura della qualificazione ai playoff. In una tipica gara di fine stagione le due squadre si affrontano su ritmi blandi ed in modo equilibrato: all'iniziale vantaggio di Mezavilla risponde Sorrentino ribadendo in rete un tiro dagli undici metri respinto da Licastro. Il blucerchiato Cristian Hadziosmanovic conclude la sua esperienza in amaranto con una prestazione di spessore, e riscuote gli applausi del pubblico grazie ad alcune pericolose incursioni sulla fascia destra che confermano la sua crescita sotto la guida di Maurizi.

In serie D girone E chiude il campionato con una sconfitta il Ligorna. 3-0 subito sul campo dell’Unione Sanremo. Il centrocampista Jacopo Cioce chiude quest’annata in chiaroscuro, ma comunque propedeutica per la sua crescita professionale. Nel girone H non basta il 29° gol del capocannoniere Volpicelli per evitare la sconfitta del Francavilla FC, ormai salvo, contro la Sarnese ancora in lotta per non retrocedere. Michele Ragone torna titolare nella difesa rossoblu e può così salutare il pubblico lucano che ha potuto apprezzare le sue qualità in questi ultimi mesi.

Infine, nella Seconda Divisione spagnola, il Peralada conquista la permanenza in categoria superando per 3-0 fuori casa il Villarreal B. In grande evidenza Porro, autore di due reti tra cui una prodezza balistica da 40 metri, mentre il doriano Bambo Diaby appare sottotono, con qualche errore imputabile ad un calo di concentrazione al termine di una stagione molto intensa per il difensore di origini senegalesi.