Doppietta spettacolare per Vrioni, difficile esordio di Simic in A, Diaby ancora a segno

"A farsi le ossa" è la rubrica settimanale che vi tiene aggiornati sulle prestazioni dei giovani blucerchiati in prestito nelle serie minori.
14.02.2018 13:32 di Andrea Vazzoler   Vedi letture
Doppietta spettacolare per Vrioni, difficile esordio di Simic in A, Diaby ancora a segno

Con i campionati ormai nel vivo, sono tanti i giovani blucerchiati che hanno potuto mettersi in mostra, continuando il proprio percorso di crescita con le loro squadre o chi, come Lorenco Simic, lo ha fatto con la sua nuova maglia; il difensore croato infatti, passato alla Spal nel mercato di gennaio, ha esordito con i ferraresi contro il Milan. Visto l’ottimo rendimento del giovane di Spalato durante tutta la prima parte di stagione a Empoli, mister Semplici lo schiera titolare ma l’avversario non è dei più agevoli, e il salto di categoria si fa sentire. 0-4 è il risultato finale e, sebbene il difensore classe 1996 non abbia colpe effettive suoi gol, dovrà adattarsi velocemente ai ritmi della serie A.

In Serie B, il Palermo esce sconfitto dalla gara casalinga di lunedì contro il Foggia 1-2, lasciando la testa della classifica alla coppia Empoli e Frosinone. Gabriele Rolando viene schierato titolare a centrocampo da mister Bruno Tedino in una partita che sin dalle battute iniziali si rivela ostica e che vede i rosanero passare in vantaggio con Nestorovski, farsi recuperare e poi perdere nel finale. Il giovane genovese non è nelle migliori condizioni e si vede; prova a farsi pericoloso con una bella girata mancina che sfiora il gol ma l’obiettivo ora, è ritrovare velocemente il ritmo partita dopo il lungo periodo di stop.

Giornata difficile da dimenticare, invece, per Giacomo Vrioni, autore di una doppietta spettacolare nella venticinquesima giornata di Serie C, e vero man of the match contro il Cuneo grazie ad una prestazione maiuscola. L'attaccante marchigiano, schierato titolare nella trasferta del Paschiero, tiene in scacco la difesa biancorossa e sblocca il risultato già al 10' con un sinistro a giro dal limite dell'area che non lascia scampo all'estremo difensore cuneese, ripetendosi poi pochi minuti dopo con un pregevole controllo e tiro a incrociare. Anche il momentaneo 3-0 vede protagonista il giovane doriano, autore dell'assist per Ferrari, a sua volta al centro dell'episodio che cambia le sorti della gara: l'espulsione che lascia la Pistoiese in inferiorità per oltre un'ora, aprendo la strada alla rimonta del Cuneo.

Sempre nel girone A l’Arezzo incappa in una sconfitta casalinga per 0-2 contro l’Alessandria, arretrando pericolosamente verso la zona playout, distante solamente due punti. Atila Varga, nonostante la non brillante performance degli amaranto, risulta uno dei migliori in campo; non concede nulla agli avversari, ed è deciso nel sbrogliare le situazioni difficili con la personalità del veterano dimostrando, ancora una volta, di essere uno dei giovani più interessanti di questa categoria. Antonio Di Nardo subentra invece al 46’ a Yebli e conferisce la scossa sperata da Pavanel nel tentativo di rientrare in partita. L’impatto sulla gara del giovane attaccante è più che positivo, ma non è fortunato in alcune circostanze come quando Vannucchi gli nega la gioia del gol arrivando con la punta punta dei piedi su un suo insidioso rasoterra.

Nelle zone calde della classifica si complica anche la posizione del Gavorrano, tornato ultimo dopo il nuovo sorpasso del Prato. La trasferta a Viterbo in casa della terza forza del campionato si rivela subito un ostacolo troppo difficile per i maremmani, che incassano già in avvio di gara la rete di Rinaldi, favorito da un disimpegno sbagliato della difesa. Incolpevole il portiere Wladimiro Falcone, che fornisce una prestazione attenta e non ha responsabilità nemmeno sul raddoppio scaturito da una vera e propria prodezza di De Sousa.

Torna titolare, in una partita povera di emozioni, l'ex Primavera Maxime Leverbe, chiamato da Mereu a presidiare la linea arretrata dell'Olbia nella sfida interna contro il Pro Piacenza. Sono pochi i pericoli creati dagli emiliani nell'arco dei 90 minuti, ma la coppia Leverbe-Iotti è efficacissima nelle chiusure, tanto che l'attacco avversario resta spesso senza rifornimenti.

Nel girone B la Feralpisalò ritorna alla vittoria liquidando con un convincente 0-3 il Pordenone e prova a restare in scia del Padova solitario in testa alla classifica. La squadra ha risposto presente nonostante la notizia shock delle dimissioni di mister Serena in settimana, che lascia la conduzione tecnica a Cesare Beggi. Michele Rocca, da subito in sintonia col nuovo ambiente, si muove con disinvoltura nel centrocampo verdeazzurro e contribuisce alla buona prestazione dei bresciani lasciando il campo al 57’ a risultato ormai acquisito.

Il Trapani non riesce ad andare oltre lo 0-0 contro la Casertana e scivola così a meno 14 dal Lecce capolista del girone C, ormai imprendibile. Antonio Palumbo, che si conferma sempre una pedina importante del centrocampo granata, non è capace questa volta di dare la sveglia ad una squadra apparsa un po’ sonnolente.

Pareggio senza reti anche tra Reggina e Virtus Francavilla, entrambe a corto di idee per mettere in difficoltà l'avversario. Il blucerchiato Cristian Hadziosmanovic scende in campo ancora una volta dal primo minuto, ma il suo apporto è piuttosto limitato, e si concentra soprattutto sulla corsa, riuscendo ad entrare solo poche volte nel vivo dell'azione.

Nella seconda divisione spagnola Bambo Diaby contribuisce in modo decisivo all'importante vittoria del Peralada sul Sabadell che vale, per i catalani, un doppio salto in classifica. Nel rocambolesco 3-2 sul campo di casa il difensore di origini senegalesi mette a segno il terzo gol biancoverde deviando di testa un cross dal fondo, e pochi minuti dopo salva il risultato spazzando, ancora di testa, una pericolosa respinta corta di Vito.

In serie D infine, prima convocazione per Jacopo Cioce con la maglia del Ligorna che raccoglie tre punti importantissimi sconfiggendo per 2-1 lo Scandicci. Dopo il lungo stop è pronto finalmente a cominciare la sua nuova avventura e contribuire al mantenimento della categoria da parte dei genovesi. Risponde presente anche Michele Ragone con il Francavilla FC, ma la gara esterna contro il Nardò lascia a bocca asciutta dopo che la rete di Marino aveva illuso i rossoblu lucani di poter portare a casa un prezioso pareggio.