A FARSI LE OSSA IN TOUR: il Perugia batte 3-2 il Padova. Verre segna e convince, Bonazzoli rimandato

31.10.2018 16:12 di Emanuele Massa  articolo letto 966 volte
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com
A FARSI LE OSSA IN TOUR: il Perugia batte 3-2 il Padova. Verre segna e convince, Bonazzoli rimandato

Gol e spettacolo ieri sera al Renato Curi nella sfida tra Perugia e Padova, valida per la decima giornata del campionato di Serie B. Il risultato finale è stato di 3-2 per i padroni di casa, che grazie a questi tre punti salgono a quota 11 in classifica, distanziando i biancorossi veneti, fermi a 8.

La partita ha avuto come osservatori interessati dirigenti e tifosi blucerchiati, visto che si sfidavano sul campo, partendo entrambi titolari, Valerio Verre e Federico Bonazzoli, un confronto a distanza vinto, almeno per questa volta, dal centrocampista della squadra umbra. Il Perugia ha infatti sbloccato la partita al 17’ proprio con una rete di Verre, bravo a inserirsi tempestivamente sul cross dalla sinistra di Dagomir e a trafiggere Merelli dopo un ottimo stop al volo.

Nonostante un sostanziale predominio da parte del Perugia per tutta la prima frazione, il Padova riusciva a raggiungere il pareggio al 45’, grazie a un rigore trasformato da Capello per un atterramento in area di Capelli da parte di Gabriel, uscito a valanga. Nella ripresa gli umbri si portano nuovamente avanti al minuto 11: punizione a due in area dopo l’errore di Merelli che raccoglie con le mani un retropassaggio di un compagno, ancora Verre tocca per Falasco che scarica di potenza in rete. Il Padova riesce comunque a restare nel vivo della partita e, dopo diverse occasioni da una parte e dall’altra (tra cui una punizione di Verre respinta e un tiro alto di Bonazzoli), riesce a trovare il nuovo pareggio con Cappelletti in mischia.

Quando la partita sembra ormai avviata verso un risultato di parità, è El Yamiq in mischia a deviare in rete una punizione di Falasco, e a consegnare al Perugia una vittoria che ha visto in Valerio Verre un grande protagonista. Rimandato invece a prove più convincenti Federico Bonazzoli, volenteroso ma senza riuscire a concretizzare.