ESCLUSIVA SN - Albè presenta Augello: "Abile in copertura, spinta e appoggio. Un ottimo affare. Quell'abbraccio..."

09.07.2019 17:08 di Diego Anelli   Vedi letture
ESCLUSIVA SN - Albè presenta Augello: "Abile in copertura, spinta e appoggio. Un ottimo affare. Quell'abbraccio..."

Ventitre anni alla guida della Giana Erminio, adesso Vicepresidente del club. Sampdorianews.net ha avuto il grande piacere di intervistare in esclusiva Cesare Albè, tra i migliori conoscitori in assoluto di Tommaso Augello, messosi in luce alla Giana prima del passaggio allo Spezia:

Tommaso Augello nuovo rinforzo della Sampdoria. La presentazione da chi lo ha visto crescere da vicino. "Un ragazzo molto per bene, ottimo giocatore di grande corsa, buonissimo piede sinistro, sa inserirsi con i tempi giusti, abile in tutte le fasi: copertura, spinta e appoggio, avendo una buona visione di gioco. Gli manca soltanto qualche goal in più, può realizzarlo, lo ha nel dna, va molto spesso sul fondo e crossa, deve essere un po' più sfacciato in fase realizzativa, tende ad essere molto altruista nonostante sia dotato di un buon tiro mancino. 

Si sa che il miglior difensore è quello che sbaglia meno, Tommaso è molto attento in copertura, fa pochi errori, non opta per entrate robuste. Se la cava bene anche nel gioco aereo, con il passare degli anni si è irrobustito fisicamente. Sarò anche di parte e gli voglio bene, ma restando equilibrato posso dire che il Milan non ha un terzino sinistro di tale valore. I club italiani tendono spesso a guardare altrove. La Sampdoria ha fatto un ottimo affare, andare in una grande squadra di serie A fa sentire importanti anche noi della Giana Erminio, lo ringraziamo. Si merita una possibilità del genere".

I suoi primi passi da calciatore. "Da noi stava arrivando quando aveva diciassette anni, avevamo trovato un accordo per farlo venire qui, ebbe l'opportunità di andare in D con il Pontisola e fui felice, gli dissi "Vai e dimostra il tuo valore". Al Pontisola si disimpegnò bene, la squadra non riuscì però ad approdare in C, al contrario di noi che abbiamo fatto la scalata vincendo tutti i campionati fino alla C ed è venuto con noi. È perfetto, può ricoprire tanti ruoli in diversi moduli, può giocare in un centrocampo a cinque, come quarto di difesa, anche esterno alto. Un elemento importante anche all'interno dello spogliatoio per la crescita del gruppo nei tre anni vissuti qui".

Un giovane di valore nella Sampdoria targata Di Francesco, ambiziosa e pronta a valorizzare talenti. Una scelta azzeccata. "Ero andato a seguire gli allenamenti di Giampaolo ai tempi della Cremonese che era inserita nel nostro girone. Anche Di Francesco è un bel maestro di calcio, sono certo che alle sue dipendenze Tommaso potrà ulteriormente migliorare, essendo un ragazzo che apprende con umiltà e sacrificio".

Un aneddoto risalente agli anni condivisi alla Giana. "Ricordo una rocambolesca vittoria 4-3 a Viterbo, una gara tiratissima, riuscimmo a vincere alla fine in rimonta. Augello, protagonista di una grande prestazione, mi venne ad abbracciare con veemenza, non tipica di un ragazzo sempre così posato, misurato. Vidi un ragazzo entusiasta, con il sangue scorrere nelle vene. A distanza di anni un abbraccio che sento ancora oggi quando chiudo gli occhi, mi fa emozionare".

Si ringrazia l'ufficio stampa della Giana Erminio per la grande disponibilità.

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE SAMPDORIANEWS.NET