Tonelli: "Penso a essere un professionista. Importante ripartire e fare tesoro degli errori"

12.02.2019 11:51 di Emanuele Massa   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Tonelli: "Penso a essere un professionista. Importante ripartire e fare tesoro degli errori"

Come anticipato ieri su queste pagine, questa mattina Lorenzo Tonelli è stato ospite dell'evento "Una vita da social", organizzato dalla Polizia Postale per sensibilizzare i più giovani verso un uso corretto della rete.

Il difensore blucerchiato ha rilasciato alcune dichiarazioni su diversi temi:

"Io in questo momento penso ad essere un professionista e a dare il massimo in allenamento e, se il mister dovesse chiamarmi, anche in campo. Futuro alla Samp? Bisogna vedere cosa decidono le società".

Riguardo le voci sul mancato utilizzo per non dover esercitare il riscatto pattuito: 

"Questa io la chiamo politica. Non so se è vero o no, ma io penso solo ad allenarmi e se vengo chiamato in causa a giocare al massimo. Io voglio trovare una soluzione che vada bene a me e alla mia famiglia, una società che mi dia fiducia. Se sarà la Samp bene, altrimenti sarà un'altra società".

Infine, una battuta sul momento della squadra: 

"E' obbligatorio ripartire, ma ora ci aspetta una gara difficile perché l'Inter è una squadra forte. Il calcio è fatto di momenti, sono situazioni che possono capitare. L'importante è ripartire e non pensare agli errori, ma farne tesoro. Dobbiamo ripartire dalla voglia di vincere".