Ranieri in conferenza: "La sera prima scelgo la formazione. Li mangio vivi se si rilassano"

16.01.2020 13:33 di Matteo Rosagni   Vedi letture
Fonte: Andrea Piras
Ranieri in conferenza: "La sera prima scelgo la formazione. Li mangio vivi se si rilassano"

Anticipo di campionato Sabato pomeriggio e conseguente conferenza pre gara anticipata a Giovedì. Le parole di Mister Claudio Ranieri in attesa della trasferta capitolina per affrontare la Lazio:

"Lo spirito è sempre lo stesso. Io voglio la stessa determinazione al di là dei risultati. Sarà una partita tremenda perché la Lazio è in un momento dove qualsiasi cosa tocca gli riesce. Immobile segna da ogni posizione. E' una squadra che sa cosa ottenere.

Lo spirito è quello di dare sempre tutto al di là del risultato. Io ho citato Immobile, ma la Lazio è una squadra bella da vedere. Sanno che poi il gol lo trovano, ha fatto meno gol solo dell'Atalanta. Sappiamo e dobbiamo adeguarci, siamo molto attenti.

Abbiamo trovato una nostra compattezza, ma dobbiamo dimostrarlo ogni volta. Il nostro sacrificio e il nostro essere squadra dobbiamo mostrarlo ogni volta. Perché quando non lo facciamo non siamo più squadra e questo non lo accetto.

Ramirez sta migliorando di giorno in giorno. Logicamente avendo avuto un problemino al vasto mediale del ginocchio sinistro, ogni minimo contatto gli porta un po’ di dolore. Man mano che passano i giorni, il piccolo problema che sente si attenuerà. Però ci deve convivere.

Ci sono i tempi del mercato. Per cui dobbiamo fare di necessità virtù. E’ logico io lo avrei voluto l'innesto il giorno prima dell'apertura del mercato, ma capisco anche che c'è chi deve cedere e avrà le sue problematiche.

A me non piace cambiare per cambiare. Se un giocatore fa migliorare la rosa della Samp ben venga, sennò io mi trovo benissimo con questi ragazzi.

Me li mangio vivi se si rilassano. E' la cosa peggiore che possiamo fare. E' una cosa che non accetto. Posso accettare un gol sbagliato, ma la prestazione ci deve stare. Per me è sacra.

Durante la settimana non scelgo la formazione, lo faccio la sera prima. Il venerdì faccio i tiri in porta e vedo come sta il singolo giocatore. La strada è tracciata, ma se vedo che un giocatore scende un attimo di tono valuto. Non si può mantenere il top della condizione. Come vedo che qualcuno cala, ecco che comincia a prendere del riposo. Io sono sempre aperto alle migliorie della squadra.

Se puntare su Gabbiadini, Quagliarella, Bonazzoli, Caprari è una delle cose che mi porterò dietro. Bonazzoli sta tornando al 100%, ancora non lo è, ma in allenamento fa tutto. Trova la porta.

Ekdal sta bene. E' una questione tecnica. Sto preferendo gli altri due".