Flachi: "Scopo benefico per il Gaslini la cosa più importante. Bello ritrovarsi dopo tanti anni"

24.05.2019 12:47 di Paolo Bardetta   Vedi letture
Dal nostro inviato Diego Anell
Dal nostro inviato Diego Anell

Ai margini della Conferenza Stampa di presentazione di Una notte da 10 alla quale era presente la nostra redazione di Sampdorianews.net, Francesco Flachi ha parlato dell'importanza dell'evento:

“Sono contento, dico la verità, perché è da tanti anni che si provava a fare questo evento. Quest’anno ci siamo riusciti grazie anche a tutte le persone qui presenti che hanno lavorato per creare questo evento. Ora sono un po' invecchiato e vediamo un attimino cosa riesco a fare. La cosa importante penso che sia per lo scopo benefico per il Gaslini, per i bambini del Gaslini. Mi auguro che ci possa esser gente. Mi auguro che i miei compagni, ex compagni ci siano tutti. E quindi è anche bello ritrovarsi dopo tanti anni.”

Sui compagni presenti. “Ci saranno Doni, Diana, Volpi, Palombo, Quagliarella, Bazzani, Zenoni. Ci saranno quasi tutti quelli dell’annata di Novellino. Poi ci saranno Palmieri, Esposito, Vasari, Grandoni e Conte. Bisogna vedere solo in che condizione arriviamo (ride). Sono passati 10 anni quindi vediamo un po' com’è la situazione. L’importante è che però ci sia gente e di passare una bella serata. Questo è alla fine quello che conta.”

Su Quagliarella. “Io penso che Fabio sia un esempio per i giovani di oggi che devono imparare da lui per quello che fa, per l’età che ha. I giovani di oggi hanno un piccolo problema che si sentono arrivati prima ancora di cominciare e questo crea dei problemi per il futuro.”

Sulla Sampdoria. “La Sampdoria mi dispiace che sono tre anni che fa sempre bene quello che deve fare. Mi piacerebbe vedere se alzasse l’asticella cosa riuscirebbe a fare. Le possibilità ce l’ha. Sono tre anni che Giampaolo riparte sempre da zero. Lui però riesce sempre a valorizzare qualunque giocatore nelle sue caratteristiche. Mi piacerebbe rivedere quella vecchia Sampdoria con l’ossatura dei giocatori del passato con nuovi giocatori per vedere se può raggiungere qualcos’altro.”

Sulla possibile cessione. “Sento solo le voci ma non so quanta verità ci possa essere però devo dire che se anche la Sampdoria sarà ceduta o non sarà ceduta io penso che in questi anni abbia lavorato bene sia a livello di società che di squadre. Sarebbe ora giusto e oneroso per la gente, per i giocatori, cercare di fare qualcosina in più a livello di ambizioni.”

Ancora sull'evento: "Ho avuto piacere che vengano tutti, a parte chi è impegnato con le nazionali. Quello che mi ha fatto piacere, tramite Diego di Sampdorianews.net che mi manda tutte le interviste di quello che dicono i miei ex compagni, mi ha reso orgoglioso come Francesco, come persona, hanno detto delle bellissime parole, non me l'aspettavo. Mi ha fatto molto piacere, nonostante siano passati 10 anni. Tutti hanno detto sì, mi fa enormemente contento, che si possa passare una bella serata, anche di più perché possiamo fermarci il giorno dopo, il tempo non mancherà. Gli anni di Novellino sono stati importanti, eravamo un bel gruppo e una bella squadra, tutti a quei tempi davamo tanto per la Samp, ritrovarsi fa piacere".