ESCLUSIVA SN - Tirotta: "In difficoltà Atalanta da record. Portare pelle a casa. Derby, boutade politica"

11.07.2020 09:25 di Enzo Tirotta   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA SN - Tirotta: "In difficoltà Atalanta da record. Portare pelle a casa. Derby, boutade politica"

Quando sono ricominciati i campionati - la prima è stata la Bundesliga - tutti i media hanno incensato la ripresa, parlando di record di ascolti. Già nel secondo tempo metà degli spettatori aveva spento la televisione, ed il lunedì successivo si è registrato il picco minimo di ascolti. 

Naturalmente non se ne è parlato, ma i dati erano quelli, ed ora è emerso che il calcio ha perso il 40% di ascolti in televisione. Il calcio è un prodotto che è fatto di tante componenti: la palla, i giocatori, i dirigenti e il pubblico. E' interessante vedere che senza tutte e quattro queste componenti perde interesse. Dovranno fare qualcosa per fare tornare il pubblico ad essere una parte del gioco, e non soltanto dei clienti.

Si è sentito parlare di ipotesi di apertura parziale delle porte in occasione del derby, ma è una cazzata, si tratta di una boutade politica: ci sono le elezioni regionali e qualcuno ha voluto farsi pubblicità. O si può andare allo stadio, o non si può andare. Inoltre è inverosimile questa proposta in ragione del fatto che non si può andare allo stadio per un decreto ministeriale, non per volontà della Lega Calcio o della Federazione. Queste ultime ratificano le disposizioni del governo. Quella sul derby è solo pubblicità elettorale.

Parlando di questioni di campo, era prevedibile che a Bergamo arrivasse una debacle sotto tanti punti di vista, invece la Samp è stata molto brava, va sottolineato. E' ciò che dà speranza a tutti il fatto che abbiamo giocato delle buone partite, seppure con luci ed ombre, sia a Milano che a Roma che anche con l'Atalanta. Qualche errore ci sta, e noi a Bergamo abbiamo commesso solamente qualche errore. 

Abbiamo perso per un errore e mezzo dopo aver tenuto testa e messo in difficoltà per quasi tutti i 90 minuti un'Atalanta da record. Magari lo si dimentica, ma abbiamo giocato una partita così contro una squadra che ha segnato più volte più di cinque reti quest'anno. E' una macchina da gol. La fotografia di Atalanta-Sampdoria è Muriel: titolare inamovibile nella Samp e riserva di lusso nell'Atalanta.

Le nostre dirette avversarie in classifica mi sembra viaggino tutte a corrente alternata come noi. Se siamo lì dall'inizio dell'anno è perché i valori sono quelli. Sia il Lecce che il Genoa che la Samp vincono, poi perdono... Penso che noi dovremo fare tre punti nelle prossime tre partite che ci separano dal derby, lì poi ne sapremo di più. Non è che le altre vincano sempre, soprattutto negli scontri diretti qualcuno rimane indietro. Dobbiamo continuare con la nostra marcia, dobbiamo portare a casa la pelle.

Abbiamo una situazione generale delicata. Facciamo un'altra fotografia: abbiamo un presidente che a fine mese deve portare una proposta di concordato al tribunale fallimentare, due consiglieri di amministrazione titolari di azioni che hanno chiesto il rito abbreviato al tribunale ordinario di Roma, c'è pendente sulla testa del proprietario una richiesta di rinvio a giudizio, sentiamo voci di ingiunzione... Questa è la situazione attuale, comprovata, non sto dando un parere. Per questo dico che bisogna portare a casa la pelle in qualsiasi modo, non penso che, date queste condizioni extra-campo, avremo una seconda chance.

Tra la richiesta da parte della difesa di rito abbreviato con condanne, da quanto risulta, abbastanza importanti, la richiesta di rinvio a giudizio, ed un appuntamento con il tribunale fallimentare, è fondamentale per la vita della Samp conquistare la salvezza sul campo. Io non sono uno di quelli che pensano che se va male è meglio perché così ci liberiamo della dirigenza. Senza la salvezza avremmo soltanto incognite nel nostro futuro.

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE SAMPDORIANEWS.NET