Di Francesco: "Voglio giocatori che vogliono la Samp. Proprietà? Mi auguro finisca il prima possibile questa storia"

31.08.2019 13:23 di Serena Timossi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Dall'inviato a Bogliasco Andrea Piras
Di Francesco: "Voglio giocatori che vogliono la Samp. Proprietà? Mi auguro finisca il prima possibile questa storia"

Dopo l'amaro esordio con la Lazio, la Sampdoria si appresta ad affrontare il Sassuolo in trasferta. Mister Di Francesco, nella consueta conferenza stampa pre partita, ha analizzato le insidie della sfida e la situazione blucerchiata:

Come si reagisce alla sconfitta? "Si riparte dagli atteggiamenti, non voglio vedere una squadra patire una squadra superiore a noi, dobbiamo andare a migliorare la rosa. Voglio vedere una squadra combattiva e la risposta ce la può dare solo il campo".

TMW: come sta Maroni? "Lo vedremo molto, sono molto concentrato sui miei calciatori. Oggi si è allenato Gabbiadini, ma difficile che giochi dal primo minuto. Gli altri sono tutti disponibili".

Cambio di modulo? "Anche se fosse non lo direi. Come ho detto prima, ti puoi mettere come vuoi ma se manca la malizia il sistema di gioco conta poco. Io però devo trovare le soluzioni giuste nei momenti delicati".

Come si è allenata la squadra? "Ho detto già prima che il calcio ti dà sempre una grande opportunità per rifarti. Siamo alla prima giornata e non voglio fare drammi dopo la sconfitta con la Lazio. Avrei voluto fare un esordio differenti ma i ragazzi vogliono dimostrare di essere diversi rispetto a quelli con la Lazio".

La preoccupa questo inizio di campionato? "Non posso pensare alle altre ma solo al Sassuolo. Alcune trattative sperate non sono andate a buon fine, ora voglio giocatori che vogliono la Sampdoria".

TMW: ha visto il presidente? "Il presidente è sempre ottimista, per suo modo di fare. Confermo il fatto che io posso chiedergli di accontentare le mie richieste". 

Che Sassuolo si aspetta? "Anche loro hanno perso la prima partita. Loro hanno un sistema di gioco ben collaudato ma conosco tanti giocatori che sono all'interno di questa squadra. Spero di aiutare i miei a togliere le loro fonti di gioco".

TMW: che ricordi ha di Sassuolo? "Il calcio dimentica con grande facilità ma il Sassuolo lo ricordo con grande affetto e stima. Sono stati anni indimenticabili ma il più bello è stato arrivare in Europa League con un progetto tecnico e una mentalità. In quegli anni siamo riusciti a creare una mentalità importante. Dobbiamo essere bravi noi a entrare in questa mentalità".

Le voci societarie possono aver disturbato la squadra? "Oggi ti dico di sì ma a volte l'inconscio ti porta a pensare in un altro modo. Questa settimana ho sentito parlare, oltre che di vari moduli, di quello che è la normalità ora a Genova e alla Samp: la proprietà. Mi auguro finisca il prima possibile questa storia o questa tarantella in modo da pensare al mercato. Domani c'è una partita molto importante".