Al nostro Vialli in un giorno "normale". In rovesciata, con la capriola

10.07.2020 09:23 di Diego Anelli   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Al nostro Vialli in un giorno "normale". In rovesciata, con la capriola

Il giorno del compleanno è inevitabile, automatico fare gli auguri. Per molti è una data da segnare in rosso sul calendario con lo stesso colore dell'amore, per molti altri capita che il tutto si trasformi in frasi fatte, di circostanza, un atto dovuto. Poco cambia se si parla di amici reali o presunti tali, parenti, conoscenti, se si fa riferimento alle persone più care, o ai propri idoli.

Dentro e fuori dal campo da Sampdoriani e come Sampdorianews.net abbiamo avuto la fortuna di conoscerti e di inserirti in quella ristretta èlite di persone speciali. Innamorato e rispettoso verso i propri amori, riservato e appassionato, orgoglioso dei valori ai quali credi, combattivo contro ogni ostacolo della vita, sempre pronto ad alimentare i tuoi sogni, da proteggere con cura.

In rovesciata osservavi il mondo, per qualche frazione di secondo restavi in sospeso nell'aria, ti isolavi dall'esterno, ti ritrovavi da solo con il pallone e la maglia, mille pensieri e altrettanti timori nella testa ma l'obiettivo era più forte, incontrastabile. Dimostrare come l'irraggiungibile esistesse soltanto nelle menti di chi non andava oltre, non credeva nell'imprevedibilità, nella magia dei sogni che si possono realizzare.

Con la capriola ribaltavi il mondo, il pallone era già nel sacco, vedevi la Sampdoria da qualsiasi punto di vista, ti è sempre piaciuta da qualsiasi lato, o prospettiva, anche a testa in giù non avresti preferito nessun'altra.

Le persone speciali si festeggiano ogni giorno della vita, i regali si fanno con il cuore in qualsiasi attimo, per il gusto di farli oltre ogni calendario. Per chi ti conosce ogni giorno è da festeggiare, da quel 16 settembre 1984 quando abbiamo compreso, in un indescrivibile colpo di fulmine, di essere una cosa sola. 

Anche se oggi non è il tuo compleanno, ma "solo" un giorno normale di ogni anno con la tua presenza nei cuori, nei pensieri, nell'anima, dentro ognuno di noi.

Ieri, oggi, domani. Al nostro Gianluca, al nostro Vialli, al nostro Gianluca Vialli.