UNA BOTTA DI DORIA - Esserci e dire alla Sampdoria: siamo al tuo fianco

05.12.2019 23:49 di Diego Anelli   Vedi letture
© foto di Federico De Luca
UNA BOTTA DI DORIA - Esserci e dire alla Sampdoria: siamo al tuo fianco

Non nutrivamo chissà quali speranze qualificazione, tanta la curiosità di scoprire le scelte di mister Ranieri dal 1', altrettanto elevato il desiderio di guardare laggiù nel settore ospiti per ammirare quei cuori doriani pronti a non lasciare sola la Sampdoria nemmeno nella seconda trasferta a Cagliari nel giro di 72 ore.

Di giovedì sera in Coppa Italia, con il morale a terra solo sulla carta dopo l'incredibile rimonta subita lunedì sera, oltre un centinaio di tifosi non hanno smesso un attimo di incitare i ragazzi, tenendo ben visibili le pezze dei gruppi con orgoglio, compattezza e attaccamento a quella maglia, alla nostra maglia, una seconda pelle. Nemmeno il doppio svantaggio li ha portati a frenare entusiasmo e la voglia di farsi sentire con cori secchi o prolungati, accompagnando con speranza e convinzione i tentativi di riaprire la gara nel corso della ripresa.

Più che doveroso l'applauso della squadra sotto il settore ospiti per tutti coloro che hanno sostenuto spese, dedicato ore di viaggio e nottate in nave in molti casi, compiuto mille peripezie pur di non mancare alla trasferta di Cagliari, un'altra serata infrasettimanale da passare al fianco della Sampdoria. Ancora con più senso di responsabilità, la tradizionale dimostrazione di un amore senza confini, la consapevolezza che tutta la Sampdoria sta vivendo un periodo assai complicato e quindi il suo bene va posto davanti a tutto, come e ancora più del normale.

L'amore occupa la copertina, trova l'essenza più genuina e autentica tra mille difficoltà. Ci stiamo giocando la vita calcisticamente parlando, è una stagione davvero tribolata e allora i veri tifosi sono sempre lì per aiutare la Sampdoria a rimettersi in salvo. Stasera era una sfida di Coppa Italia, non una priorità per l'annata, eppure oltre un centinaio si sono messi in viaggio per non mancare, per esserci e dire alla Sampdoria con il cuore in mano: “Noi ci siamo, credici e combatti al nostro fianco”.

Lunedì sera abbiamo avuto la prova di essere sulla strada giusta nonostante la beffa atroce, domenica andiamo a caccia di punti e conquistiamoli. Per lei, per noi, per il mondo Sampdoria.