Tassotti: "Volevamo portare la nostra solidarietà a Genova. Non si può morire in questo modo"

09.10.2018 17:21 di Matteo Privitera  articolo letto 1623 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Tassotti: "Volevamo portare la nostra solidarietà a Genova. Non si può morire in questo modo"

Domani sera a Marassi la Nazionale azzurra affronterà in amichevole l'Ucraina il cui incasso della serata sarà devoluto in beneficenza agli sfollati ed agli orfani delle vittime della tragedia del Ponte Morandi.

Mauro Tassotti, collaboratore di Andrey Shevchenko nella nazionale ucraina, ha esternato a Sky Sport la sua emozione per quanto accaduto a Genova:

"Eravamo in Ucraina in quei giorni e abbiamo saputo tutto da internet. Quando si arriva qui e si vede tutto da vicino fa veramente impressione, è stata una vera tragedia. Volevamo portare la nostra solidarietà alla città di Genova e domani giocheremo questa partita. È stato un dramma per tutta l'Italia, non si può morire in questo modo".