Quagliarella: "Quando sono stato chiamato in causa ho sperato di avere la palla per segnare"

 di Stefano Morreale  articolo letto 262 volte
Quagliarella: "Quando sono stato chiamato in causa ho sperato di avere la palla per segnare"

Dopo aver segnato il gol che ha permesso alla Juventus di pareggiare il match con il Chelsea, l'ex blucerchiato Fabio Quagliarella ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport. Ecco quanto riportato dalla nostra redazione nazionale Tuttomercatoweb.com:

"Per come si era messa la gara, che è stata bella e maschia, questo è un risultato importantissimo. Quando sono stato chiamato in causa ho sperato di avere la palla per segnare e ci sono riuscito sfiorando anche la doppietta. La concorrenza è normale quando giochi in una grande squadra anche se uno spera sempre di giocare da titolare o quantomeno di non entrare sempre gli ultimi 10 minuti.

Mi sento al 100% da un po' di tempo, anche se poi mi manca un po' il ritmo partita perché non gioco da tempo. Subentrare in gare del genere non è mai facile e bisogna essere bravi a sfruttare ogni occasione. L'abbraccio con Carrera? Veramente volevo andare da Storari e lui si è messo in mezzo. Sono comunque contento anche per lui che è uno che soffre con noi".