Poulsen: "Alla Sampdoria non ebbi molto successo. Non boccio la scelta anche se non è stato facile"

 di Maurizio Marchisio  articolo letto 4080 volte
Poulsen: "Alla Sampdoria non ebbi molto successo. Non boccio la scelta anche se non è stato facile"

Il difensore danese Simon Poulsen a Genova non trovò molto spazio. Intervistato da Bold.dk, il classe 1984 di origini nigeriane, è tornato a parlare del suo passato in blucerchiato:

"Molte squadre erano interessate a me: Ajax, Aston Villa, Dortmund, Gladbach, Leverkusen, Wolfsburg, Juventus, Napoli, Rangers. Con alcune ci furono colloqui, parlammo ma senza giungere ad un accordo. Poi decisi di trasferirmi a parametro zero alla Sampdoria ma in quell’anno e mezzo non ebbi molto successo.

Bisogna imparare a convivere con le scelte che ho fatto, non mi pento, ma se tornassi indietro non firmerei con la Samp. Le idee erano buone, i blucerchiati dovevano giocare con un 3-5-2 offensivo, ero ad un punto della carriera in cui volevo provare qualcosa di diverso, un nuovo campionato, dunque la Samp era una scelta positiva. Ma Ferrara fu licenziato subito e il nuovo allenatore Delio Rossi giocava  con quattro difensori che dovevano stare vicini. Non boccio la scelta anche se non è stato facile,  quando avevo deciso di trasferirmi le condizioni erano giuste."