Mixed Zone, Cerci: "Oggi la gamba girava al massimo, ma questo non è ancora il vero Cerci"

 di Stefano Sommariva  articolo letto 466 volte
© foto di Giacomo Morini
Mixed Zone, Cerci: "Oggi la gamba girava al massimo, ma questo non è ancora il vero Cerci"

"Quando a dieci minuti dalla fine stai vincendo e poi pareggi, con il rischio persino di subire un'assurda beffa finale, è chiaro che ti resta un po' di amaro in bocca".

Così Alessio Cerci, ex Fiorentina, ai taccuini di torinofc.it. Il laterale è però felice della sua prestazione e riconosce meriti alla Sampdoria: "Abbiamo giocato contro una squadra molto forte, non a caso era reduce da tre vittorie consecutive. Oggi credo di aver dimostrato ciò che posso fare, però non mi basta perchè devo dare maggior continuità alle mie giocate. A Firenze ho svolto una preparazione atletica diversa, ma da quando sono arrivato al Toro sto lavorando con grande voglia e intensità per mettermi allo stesso livello dei compagni".

"Il mister Ventura sa tutto di me, sa che devo lavorare tantissimo per dare il massimo. Oggi la gamba girava al massimo e nell'azione del rigore si è visto, ma questo non è ancora il vero Cerci. Io so che posso e che devo fare molto di più. Molto presto mi vedrete al 100% della condizione".