Capello ricorda il passaggio di Seedorf dalla Sampdoria al Real Madrid

Fabio Capello, ex tecnico del Real Madrid, ha ricordato al Festival dello Sport di Trento l'arrivo di Clarence Seedorf dalla Sampdoria.
25.09.2022 10:14 di Diego Anelli   vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com
Capello ricorda il passaggio di Seedorf dalla Sampdoria al Real Madrid
TUTTOmercatoWEB.com

A margine del Festival dello Sport di Trento, Fabio Capello, ripercorrendo la propria carriera da tecnico, ha ricordato il passaggio di Clarence Seedorf dalla Sampdoria al Real Madrid:

"Il Real è la squadra che mi è rimasta più nel cuore perché l'ho dovuta costruire portando dei calciatori che pensavo potessero fare la differenza. Al Milan l'avevo trovata fatta e poi aggiustata e c'era una grande organizzazione alle spalle. Al Real Madrid bisognava avere carisma per farti seguire da tutti. Avevo in prima squadra quattro calciatori di 20 anni, presi Seedorf dalla Sampdoria e Roberto Carlos per la difesa. Il Real è la squadra che più ho sentita mia, perché l'ho fatta io. Successivamente vennero Cassano e Ronaldo, due che però non facevano vita da atleti. La decisione di mandare via Ronaldo e mettere in disparte Cassano aiutò a creare un gruppo vincente. Recuperammo 9 punti di svantaggio a 10 gare dalla fine dal Barcellona. Sono orgoglioso ancora di questo successo.

Al Real Madrid acquisto Seedorf dalla Sampdoria, aveva 19 anni. Dopo tre partite giocavamo contro l’Espanyol, eravamo 0-0. Dopo 45 minuti inizio a parlare e a dare indicazioni. Finisco il discorso, Seedorf si alza e dice: “No, io farei questo, questo e questo”. A diciannove anni. Io gli ho dato la giacca e sono uscito dallo spogliatoio. Sono venuti a riprendermi, io gli dissi “No no, avete un nuovo allenatore”. Seedorf aveva grande personalità, un bravissimo ragazzo”.