Borghi: "Spiace dubbio su continuità Ranieri. Audero determinante"

12.04.2021 16:38 di Moreno Cavanna   Vedi letture
Borghi: "Spiace dubbio su continuità Ranieri. Audero determinante"

Impegnato nell'analisi delle sfide della domenica di Serie A sul proprio canale YouTube, il giornalista sportivo Stefano Borghi ha commentato la sconfitta della Sampdoria contro il Napoli:

"Solo uno straordinariamente efficace, ancora una volta, Emil Audero, ha evitato una goleada del Napoli nei primi due terzi di partita. Audero sta facendo una stagione veramente da sottolineare, a volte ci si perde un po' nei portieri delle squadre di classe media e un rendimento così determinante, io lo voglio sottolineare. 

Sulle occasioni blucerchiate: "Quell'uscita di sacrificio di Ospina, quando sembrava dover essere sostituito, ha tolto delle belle castagne dal fuoco, perché Damsgaard si era inventato uno dei suoi soliti strappi. Damsgaard è un ragazzo che attendo veramente tanto ad una crescita ulteriore nella prossima stagione, perché può diventare un giocatore molto interessante. Ospina ha risolto la situazione così come giustamente, secondo me, è stato annullato il goal di Thorsby, però il goal della Sampdoria era arrivato". 

Sulla situazione legata al rinnovo di Claudio Ranieri: "La cosa che mi dispiace principalmente della Sampdoria in questo momento è il dubbio sulla continuità di Ranieri, che mantiene il frustino teso perché ha fissato l'obiettivo, vuole i 54 punti, mi pare 27 all'andata e 27 al ritorno, e cerca di tenere sveglia la sua  squadra, che è assolutamente sveglia e l'ha dimostrato non molto tempo fa andando a dare una bella sveglia al Milan. Però è un peccato che non sia già certificata la continuità di un lavoro che è stato superlativo. Nella seconda parte della seconda stagione, la Sampdoria sembrava veramente una barca alla deriva e Ranieri invece l'ha portata in porto con grandissima serenità e quest'anno il campionato della Sampdoria è un campionato buono, in cui si sono presentati anche dei giovani importanti oltre che la conferma di veterani significativi. Per me cambiare è un peccato, però ci saranno delle dinamiche di discorsi che vanno al di la, nel frattempo la Sampdoria sta finendo così il suo campionato".