Allegri: "Nel secondo tempo abbiamo rischiato qualcosa, la Samp ti porta a spendere molto"

 di Andrea Massucci  articolo letto 1949 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Allegri: "Nel secondo tempo abbiamo rischiato qualcosa, la Samp ti porta a spendere molto"

La rete di Cuadrado al 7' del primo tempo è bastata alla Juventus per conquistare i tre punti sul campo della Samp dopo una gara vivace fino all’ultimo minuto. Massimiliano Allegri ha così commentato la vittoria dei bianconeri ai microfoni di Premium Sport:

Tre punti scudetto? "No, un passo avanti importante, abbiamo una parte finale di stagione difficile, era importante vincere perché alla ripresa del campionato abbiamo il Napoli, era da vincere, i ragazzi hanno fatto uno dei più belli primi tempi dell'anno, nel secondo abbiamo avuto qualche occasione favorevole, abbiamo rischiato qualcosa e bastava restare più ordinati".

Cosa succede a Higuain? "Non succede niente, ha fatto una bella partita, ha corso tanto e lavorato per la squadra".

Le condizioni di Dybala? "Ha sentito tirare il flessore di dietro, lo stiamo gestendo da qualche giorno ma non dovrebbe essere preoccupante".

Quando è uscito Dybala è cambiata la squadra? "Non abbiamo un giocatore come lui tra le linee, Pjaca fa fatica e l'unico che potevo metterci è Pjanic ma in quel momento non volevo rischiare in mezzo al campo perché la partita era ancora lunga".

Juve molto solida? "Higuain è stato bravo anche senza gol, sono stati bravi anche quelli che sono entrati, Lemina e Lichtsteiner alla fine, hanno recuperato diversi palloni, c'è bisogno di tutti. La squadra ha fatto una buonissima partita, con più ordine alla fine avremmo evitato qualche ansia di troppo".

Squadra appesantita? "Abbiamo giocato tante partite, è normale soprattutto dopo un primo tempo del genere, dovevamo chiuderla prima e la Sampdoria ti porta a spendere molto. Ma la condizioni fisica è buona".

L'Allegri furioso? "Se ce l'abbiamo noi la palla, buttiamola fuori. Sono malizie che deve imparare il ragazzo".

Arrabbiato più della gara col Carpi? "Ci siamo vicini, speriamo che porti bene come a Modena".

Furioso solo per questo o per altro? "Bisogna fare qualcosa in più, non farsi saltare, essere più ordinati, oggi abbiamo fatto solo tre-quattro falli ma col Milan abbiamo subito 21 falli e fatti 8, ne subiamo tanti ma qualche fallo a volte serve".

Col Barcellona cosa sarà importante? Per la Juve giocare queste gare deve diventare la normalità poi può uscire o stare dentro, le altre squadre devono rispettarci e credo che lo stiamo facendo. Giocheremo col Barcellona sapendo di poter passare e uscire ma giocando alla pari, prima però ci sono due sfide col Napoli".

Sul futuro? "Ho ottimi rapporti col la società, le cose vanno bene, al momento giusto la società mi chiamerà e mi dirà cosa ha intenzione di fare".