A Firenze ci si interroga: Saponara è già un rimpianto?

06.12.2018 09:04 di Redazione Sampdoria News  articolo letto 1927 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
A Firenze ci si interroga: Saponara è già un rimpianto?

Il rendimento in blucerchiato di Riccardo Saponara, prelevato in extremis con la formula del prestito a 2 milioni con diritto di riscatto a 9, sta già facendo riflettere la piazza fiorentina sulla bontà dell'operazione. Un tema approfondito dal collega Andrea Giannattasio sulle pagine di firenzeviola.it:

"Il prestito oneroso (2 milioni) con diritto di riscatto (fissato 9) non soltanto potrebbe garantire ai viola di realizzare una plusvalenza rispetto a quando il fantasista è arrivato dall’Empoli nel gennaio 2017 ma, in caso di mancata concretizzazione dell’affare (e di ritorno del giocatore in riva all’Arno), potrebbe permettere a Pioli, o a chi per lui dall’anno prossimo, di poter disporre di un giocatore totalmente rivitalizzato dalla cura Giampaolo, che ieri ha definito Saponara senza mezzi termini un calciatore “geniale”.

Rimpianto dunque? Sì e no. Perché se da un lato negli occhi dei tifosi viola sono ancora impresse le scialbe prestazioni dello scorso campionato (intervallate soltanto dallo stato di grazia che lo ha visto protagonista dopo la scomparsa di Astori), è evidente come allo stato attuale Saponara avrebbe potuto rappresentare il giocatore migliore (se non l’unico) per un radicale cambio di modulo in attacco, con il quale la Fiorentina non va a segno su azione dal 23 settembre. 

Al posto dell’usurato 4-3-3, per esempio, Pioli avrebbe potuto optare per un modulo a due punte, con il fantasista alle spalle di Simeone e Chiesa (o di un altro centravanti, da pescare magari nel mercato invernale)".