WWE, Sheamus e la passione per i colori blucerchiati: "Amavo la Sampdoria di Vialli, Mancini e Lombardo, era la mia squadra preferita"

Il Grande Squalo Bianco è uno dei più grandi wrestler della WWE.
03.05.2013 21:00 di Samuele Aiesi   Vedi letture
WWE, Sheamus e la passione per i colori blucerchiati: "Amavo la Sampdoria di Vialli, Mancini e Lombardo, era la mia squadra preferita"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

La World Wrestling Entertainment, conosciuta ai più come la WWE, è la più grande federazione di wrestling mondiale. Questa disciplina americana, che negli Stati Uniti fa segnare record di ascolti - basti ricodare i 98.000 spettatori presenti a WrestleMania III -, anche in Italia ha il suo grande seguito, grazie anche alla rete di Murdoch che trasmette ogni show ripreso dalle telecamere, confermato anche dalle numerose volte che questa federazione è sbarcata nel territorio italiano per i diversi tour europei.

Nel corso del WrestleMania Revenge Tour, - ricordiamo il grande successo di Milano nel 2007- , andato in scena in quel di Bologna, si sono esibiti i più grandi campioni della federazione. Uno di questi è Stephen Farrelly, in arte Sheamus, nativo di Dublino in Irlanda, che è stato intervistato in esclusiva dal collega di SKY Sport Luca Franchini, rivelando di essere stato anche tifoso della Samp D'Oro.

Il Guerriero Celtico, tre volte Campione Del Mondo dei pesi massimi, ha infatti parlato delle sue passioni tra le quali, da buon lottatore europeo, vi è anche il calcio:

Parliamo di calcio con Sheamus. Sheamus che si è fatto ritrarre, si è fatto fotografare più volte con la maglietta del Liverpool e quindi voglio chiederti innanzitutto se sei un tifoso del Liverpool e poi se c'è magari qualche squadra italiana che preferisci, che ti è simpatica, magari del passato?

"Sì sono sempre stato un grande tifoso del Liverpool, è la mia squadra preferita da quando era bambino perchè ci giocavano quattro giocatori irlandesi quando ho iniziato ad interessarmi al calcio: Ronnie Whelan, Ray Oughton, John Aldridge e Steve Stounton. Quindi ero molto interessato al Liverpool, ma guardavo anche il calcio italiano, specialmente quando il calcio inglese non venne più trasmesso dalla tv gratuita. Cominciai a vedere il calcio italiano, c'erano squadre come l'Inter nella quale giocava Rubén Sosa, poi Maradona che stava giungendo al termine della sua carriera con il Napoli, ma una squadra che mi piaceva in particolare era la Sampdoria, soprattutto quando aveva Vialli, Mancini ed Attilio Lombardo, lui mi piaceva moltissimo, non so per quale motivo. Non so se per i colori della maglia o per come giocava, ma la Sampdoria mi piaceva tanto. Io guardavo il vostro calcio da straniero e per uno che non era dello stesso paese è facile appassionarsi a squadre come non so, il Manchester United o l'Arsenal che sono le più vincenti, o magari squadre come il Liverpool od il Chelsea. La Sampdoria non era al livello della Juve, del Milan o dell'Inter, ma mi piaceva il modo in cui giocava, mi piacevano i calciatori, mi piaceva il loro stile, mi divertiva molto guardarli, quindi direi che era la mia squadra preferita".

La passione per la Sampdoria non ha confini!