Tirotta: "Siamo stati il biglietto da visita della Sampdoria"

La Sampdoria è salva. In questi anni difficili a livello societario, non è però mai mancato il supporto della tifoseria doriana, come rimarca Tirotta.
31.05.2023 09:17 di Matteo Romano   vedi letture
Tirotta: "Siamo stati il biglietto da visita della Sampdoria"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

La Sampdoria è salva. In questi anni difficili a livello societario, non è però mai mancato il supporto della tifoseria doriana, come ha modo di rimarcare Enzo Tirotta con un suo post su Facebook, dove celebra l'evento sottolineando l'importanza dei tifosi della Samp:

"Venerdì scorso guardavo la gradinata nord con i ragazzi del Cajenna e cantavano tutti da una bocca d'ingresso all'altra.

Guardavo da sopra la Sud e cantavano tutti, ma davvero tutti dai distinti al muro della tribuna. Poi guardavo i distinti e, seppur seduti, erano coinvolti in questa follia tutta blucerchiata.

Poi ho pensato a questa annata tremenda, ai momenti tesi e difficili che la tifoseria, soprattutto i ragazzi, si sono trovati ad affrontare. Ci sono state due contestazioni alla squadra senza che la situazione scappasse di mano. C'è stata la presenza all'hotel quando era possibile l'arrivo di un ospite indesiderato ed anche quando infine si è presentato a Genova la dura reazione è stata gestita dai responsabili dei gruppi con grande intelligenza. Pensavo a Samp Spezia, l'interruzione della partita per protesta, bastava davvero poco perché sfuggisse di mano. Penso ad altri momenti che potevano deviare in un attimo ma che invece no, non hanno deviato, parliamo dei cortei e delle altre manifestazioni anche dure, molto dure. E poi penso a ieri ed oggi, una situazione tesa, tesissima. I tifosi per ore ed ore ad aspettare due braccia alzate, un sorriso che comunicassero il sollievo, bene, anche in questi due giorni i tifosi ed ancora di più i ragazzi dei gruppi hanno tenuto duro fino all'inverosimile sapendo che era la cosa giusta da fare. È stato un anno molto difficile e forse questo ci ha compattati ancora di più, è stato l'anno in cui la Sud ha perso Bek e diciamocelo, tutti temevamo che il futuro sarebbe stato più difficile. Invece abbiamo scoperto che la gradinata ha delle potenzialità enormi che in questo anno abbondante hanno coinvolto tutta la gradinata nel tifo, hanno sostenuto i ragazzi in nord, hanno dato i tempi ad una contestazione che ha fatto parlare dei tifosi Sampdoriani come esempio. Il nostro tifo, la nostra storia, il nostro fare ed il nostro essere sono stati premiati da tanti attestati di stima da parte di amici e nemici in Italia ed all'estero. Io sono orgoglioso dei nostri tifosi, sono orgoglioso dei gruppi della Sud e della Nord, sono ogogliosissimo dei ragazzi che li guidano. Io credo che a loro debba andare un grazie enorme. Anche in questo psicodramma che abbiamo vissuto, pensate, essere stati così come siamo stati, di certo non ha disincentivato i potenziali compratori, siamo stati il biglietto da visitare della Sampdoria!

Grazie ragazzi, guardate a quello che avete fatto e siatene orgogliosi anche voi!!!".

CLICCA QUI PER VEDERE IL POST