SAMPDORIA MVP - Augello prestazione da sogno: assist e prima rete in A

17.10.2020 20:54 di Matteo Romano   Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
SAMPDORIA MVP - Augello prestazione da sogno: assist e prima rete in A

Cimiano, Pontisola, Giana Erminio e Spezia. Non sono le fermate previste dalla corsa di un treno regionale e nemmeno le uscite autostradali di un interminabile viaggio; sono le esperienze da calciatore di Tommaso Augello prima di approdare alla Sampdoria.

Serie D, Serie C, Serie B e infine l’agognata massima serie all’età di venticinque anni. Ammettiamolo, l’arrivo la scorsa estate di Augello generò un certo scetticismo, anche per il pregiudizio sulle esperienze pregresse del calciatore nelle categorie inferiori. Eppure, il difensore milanese ci ha messo pochissimo a entrare nelle “grazie” (giustificate) di mister Ranieri, che per la prima volta lo aveva schierato in campo come esterno alto di sinistra il 4 novembre dello scorso anno, nel successo esterno al cardiopalma contro la SPAL, sostituendo quello che adesso è il suo compagno di corsia Jakub Jankto.

Molte partite, un campionato intero per superare nelle gerarchie Nicola Murru, e infine i meritati “galloni” da titolare nella stagione 2021/21.

Augello nell’incontro con la Lazio ha manifestato tutti i progressi fatti finora, sotto la guida attenta di Claudio Ranieri. Che fosse una serata positiva per il mancino blucerchiato lo si era inteso sin dalle prime battute di gioco, quando con insistenza, e sfruttando gli accentramenti di Kuba, l’ex Spezia si era presentato diverse volte al cross.

Poi al minuto 32° la prima grande giocata del match, con il cross perfetto per l’altrettanto pregevole colpo di testa di capitan Quagliarella.

Non è finita qui, perché pochi minuti dopo un suo traversone insidioso costringe Strakosha a deviare in corner. Proprio dagli sviluppi del calcio piazzato la palla respinta dalla retroguardia avversaria carambola sui piedi del nostro mancino, che al volo colpisce la sfera che si insacca nell’angolino. Rete da cineteca.

Il resto della partita è l’esempio dell’abnegazione e dell’impegno: nella seconda frazione non patisce la maggior vivacità di Marusic rispetto allo spento (e fuori ruolo) Parolo; anzi, il mancino continua a ricercare l’impostazione, provando a far respirare la squadra fraseggiando con i compagni sino agli scampoli finali dell’incontro.

La vittoria di stasera della Sampdoria vede un ampio merito di Augello, che oltre alla prima rete in Serie A ha dimostrato anche tutta la sua umanità con una commovente dedica della sua rete al papà, come affermato nell’intervista al termine del primo tempo.