Sampdoria, D'Aversa: "Fischi dei tifosi sono segnale, ritrovare lo spirito"

15.01.2022 20:07 di Lidia Vivaldi   vedi letture
Sampdoria, D'Aversa: "Fischi dei tifosi sono segnale, ritrovare lo spirito"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Dopo la sconfitta casalinga nella sfida contro il Torino, il tecnico Roberto D'Aversa ha parlato ai canali ufficiali blucerchiati del momento della Sampdoria e dell'approccio alla gara con i granata:

"Credo che siamo partiti bene nei primi 20 minuti del primo tempo, così come nel secondo tempo. Nella circostanza del primo gol molto probabilmente ha influito l'infortunio occorso a Thorsby, che non ha avuto una valutazione corretta della palla. Il rammarico principale è aver concesso in quella circostanza due cross, eravamo stati bravi nel primo ma non altrettanto nel secondo. Quando concedi e non sfrutti le tue occasioni, e mi riferisco soprattutto all'inizio del secondo tempo, dove abbiamo avuto la possibilità di tornare in vantaggio, e all'occasione di Quagliarella nel finale per poter pareggiare, questi errori contribuiscono a un risultato negativo.

Più che ragionare sugli assenti, bisogna ritrovare quello spirito battagliero che anche nelle difficoltà ti può aiutare a portare a casa un risultato positivo. Quello che è accaduto nel finale del girone di andata va ritrovato. I fischi finali del pubblico sono un segnale importante: tutti quanti noi dobbiamo ritrovare quello spirito che ci ha permesso di fare risultati.

E' la terza gara casalinga in cui ci siamo fatti rimontare dopo essere passati in vantaggio, la seconda in cui perdiamo: sono tre occasioni sprecate per allontanarci da quella zona di classifica pericolante. Non siamo stati bravi a sfruttarle, dobbiamo ricompattarci e riprendere un percorso che ci faccia risalire in classifica.

Dobbiamo valutare alcuni giocatori, mi riferisco soprattutto a Ferrari che oggi ha giocato in condizioni non ottimali, a Thorsby, e anche ai nuovi arrivati sulla loro condizione fisica. Poi cercheremo di giocarcela con entusiasmo in Coppa Italia, è una partita importante perché affrontiamo la Juventus, la detentrice del trofeo, cercando di fare il massimo.

Contro lo Spezia diventa una partita cruciale per il raggiungimento del nostro obiettivo e per far sì che ci si allontani dalla zona in cui ci siamo ritrovati dopo le ultime tre partite. In Serie A può succedere che le squadre dietro facciano risultati positivi facendo sì che ci si ritrovi in quella zona pericolante. Bisogna rimanere sereni, ma allo stesso tempo ritrovare la determinazione".