Ranieri: "Dura mantenere quel ritmo. Perchè non fare rientrare abbonati?"

09.07.2020 00:32 di Emanuele Massa   Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Ranieri: "Dura mantenere quel ritmo. Perchè non fare rientrare abbonati?"

C'è rammarico in casa blucerchiata dopo una partita ben giocata ma persa nella ripresa con due reti subite da altrettante azioni da calcio d'angolo.

Claudio Ranieri si è soffermato in un'analisi di quanto accaduto ai microfoni di Sky Sport:

"Il massimo si dà quando riesci anche a segnare. I ragazzi l'hanno interpretata benissimo: nel primo tempo siamo ripartiti bene, pressavamo alti, ma era dura mantenere quel ritmo fino alla fine. Forse dovevamo essere più decisi sui calci d'angolo. Gasperini è stato anche costretto a cambiare modulo, non riuscivano a trovare il bandolo della matassa e questo è già un onore. Poi sono i dettagli a decidere, sembra non ci fosse l'angolo, poi complimenti a loro per l'esecuzione. Io partecipo molto durante le partite, forse un arbitro più esperto sarebbe venuto a bordocampo ad avvisarmi, ero già ammonito. Pazienza, anche questa la racconteremo ai nipoti".

La sensazione è che siate cresciuti fisicamente: l'ha ammesso anche Gasperini. "Loro hanno una rosa notevole: complimenti, mi auguro vadano avanti in Champions".

Questa Atalanta può vincere lo Scudetto, come lei con il Leicester? "Ce ne sono tante davanti, è difficile. Ma in Champions, con partite secche, tutto può succedere, specie se c'è entusiasmo. Se a Lisbona ci saranno le porte aperte penso che tanti bergamaschi seguiranno la squadra. Senza i tifosi è un calcio amorfo, brutto. Ma se ancora non si possono fare entrare, mi auguro ci si riesca più in là. Se hanno riaperto i cinema, perché non far rientrare almeno gli abbonati? È davvero brutto giocare così".