IN OGNI POSTO CHE ANDIAMO - Da Finlandia: "Ranieri condottiero. Senza tifosi il calcio non è niente". Dalla Polonia: "Salvezza passa da Quagliarella"

Risiedi all'estero e il tuo cuore batte per i colori più belli del mondoVuoi diventare uno dei nostri corrispondenti dall'estero? Scrivici a redazione@sampdorianews.net! 
23.03.2020 09:26 di Redazione Sampdoria News   Vedi letture
IN OGNI POSTO CHE ANDIAMO - Da Finlandia: "Ranieri condottiero. Senza tifosi il calcio non è niente". Dalla Polonia: "Salvezza passa da Quagliarella"

LORENZO VAN PERG (PORTOGALLO): la vittoria con il Verona è stata di fondamentale importanza, le squadre alle nostre palle corrono, un mancato successo avrebbe significato ritrovarsi in una posizione pericolosissima. Nella ripresa abbiamo vedere un po' di bel gioco, dopo un primo tempo a dir poco disastroso sotto tutti i punti di vista. Yoshida, pur senza compiere cose memorabili, ha però dimostrato di sapersi inserire bene nel gioco e poter dire la sua. Per il resto il migliore in campo è stato sicuramente il Var, il quale ci ha dato un rigore e annullato un'espulsione ingiusta.

GIACOMO ZANON (FRANCIA): la Samp cade, ma si rialza. La Samp perde ma poi vince, la Samp c'è.  Quella col Verona, per come è finita, potrebbe essere più una metafora che una partita. Un'immagine concreta per illustrare uno spirito, una convinzione, una determinazione invisibili. Certo, meglio vincere senza prendere goal, meglio vincere avendo sempre la partita in pugno. Tuttavia, nell'incontro con l'Hellas dove la posta in gioco era enorme soprattutto preso atto dei tre punti conquistati dal Genoa, Ranieri e i suoi ragazzi hanno mostrato cosa è la Samp 2019/2020. Una squadra con delle difficoltà, spesso distratta, con un gioco ancora confuso talvolta. Ma un gruppo unito, forte di una guida eccezionale come quella dell'ex Roma, basato su elementi che tengono davvero alla maglia, al nome, a noi tifosi della Samp. Così, con questi ingredienti, i blucerchiati hanno saputo ribaltare la partita, con due goal di Quagliarella (sì, ancora, sempre lui) e riportare il naso fuori dall'acqua. La lotta per la salvezza non è finita, ma la strada è quella giusta.

GIACOMO SOLLAZZO (FINLANDIA): seguire la Sampdoria in streaming per me non è una novità, bensì la norma. Da Genovese trapiantato in Finlandia, riesco a marcare presenza in Sud giusto due o tre volte all’anno. Tuttavia, stavolta la gara ha avuto un sapore strano pure per me. Cerco preferibilmente le dirette senza cronaca, proprio perché mi piace sentire i cori incessanti della Gradinata. Stavolta però avevo la sensazione che la gara che stavo seguendo non fosse reale, giocata così, interrotta soltanto dalle urla degli allenatori. Ha iniziato ad assumere contorni di dramma calcistico quando una carambola ha permesso al Verona di gonfiare la rete. Nessun mormorio, nessun “Forza ragazzi”. La partita é proseguita, quasi con inerzia.
Temevo che l’atmosfera glaciale avrebbe contribuito ad una caporetto, ma mi sbagliai. Nel secondo tempo i ragazzi sono entrati in campo grintosi. Hanno attaccato confusamente, ma col cuore. Il capitano ci ha creduto e ci ha trascinato verso gli scogli della salvezza, marcando due reti di pregevole fattura. Penso che questa gara rimarrà negli occhi di molti. Non per il bel gioco, nè per il risultato, bensì perché ha dimostrato come il calcio non sia niente senza i suoi tifosi. Ricorderemo poi a lungo il condottiero elegante e gentile che abbiamo l’onore di avere in panchina, col suo “ci stiamo giocando la vita” riecheggiato nel vuoto al novantesimo. 

STEFANO ORENGO (POLONIA): nell’ultima uscita prima della sospensione dei campionati, la Sampdoria ha gettato il cuore oltre l’ostacolo battendo il Verona. Quagliarella è tornato trascinatore e ha confermato che la nostra salvezza - da ottenere sul campo quando e se riprenderà la Serie A - passerà ancora una volta da lui e dai suoi goal. In attesa di capire l’evolversi della situazione, possiamo dire che i blucerchiati contro l’Hellas hanno tirato fuori gli attributi, riprendendosi nel finale dopo un primo tempo giocato non certo all’altezza. Guidati dal proprio capitano, i blucerchiati hanno ottenuto vittoria di importanza capitale, soprattutto che ci tiene fuori dalla zona calda in questo momento di grande incertezza sulla ripresa delle partite. 

Risiedi all'estero e il tuo cuore batte per i colori più belli del mondo? Vuoi diventare uno dei nostri corrispondenti dall'estero? Scrivici a redazione@sampdorianews.net!