Flachi a Gradinata Sud: "La sciorba ne contiene 6/7 mila. Mi auguro ci possa essere più gente possibile"

12.03.2019 22:41 di Paolo Bardetta  articolo letto 3795 volte
© foto di Federico De Luca
Flachi a Gradinata Sud: "La sciorba ne contiene 6/7 mila. Mi auguro ci possa essere più gente possibile"

Francesco Flachi, nel corso della trasmissione Gradinata Sud in onda su Primocanale, ha parlato anche della questione legata alla capienza dello Sciorba: "Per lo stadio bisogna calcolare un attimo perché non so quanto possa contenere. L’incasso sarà tutto evoluto all’ospedale Gaslini. Non so quanta gente verrà. Io spero il più possibile. La Sciorba ne contiene 6000/7000 ma come posizione non è che siano posti messi bene. Quindi vediamo, dipende tutto da questo. Mi auguro che ci possa essere più gente possibile perché si va a far del bene. Aiutare i bambini e il Gaslini penso sia una cosa importante e anche belle. Penso che si riporti un po' il vero calcio di 10 anni fa.”

Su chi sarà presente all’evento. “Ho contattato tutti e tutti mi hanno dato la loro massima disponibilità. Questo mi fa veramente piacere perché con molti non ci siamo sentiti spesso. Ma quando ci siamo sentiti è come se lo avessimo fatto da sempre. Una manifestazione d’affetto che mi fa enormemente piacere. Io con tutti poi sono sempre andato d’amore e d’accordo. Ci saranno i primi quattro anni, da Palmieri, Vasari, Possanzini, con cui sono rimasto più legato. Sereni, Casazza, Lanna. Ci saranno Cagni e Novellino come allenatori. Poi ovviamente gli anni successivi con Novellino. Ho sentito Quagliarella, Palombo e Foti ma dobbiamo vedere se possiamo avere una deroga perché sono squalificato. Non potremo usare le maglie ufficiali ma useremo maglie della Samp diverse da quelle attuali. Ringrazio comunque la Sampdoria perché ha dato disponibilità in quello che può fare”.

Poi sull’Atalanta, ultimo avversario del Doria, ha così commentato. “Gasperini fa giocare bene l'Atalanta non sarà simpatico ma un paio di anni che fa grandi cose con la sua squadra. Mi ha impressionato l'Atalanta, è giovane come squadra ma sembra esperta. Ha giocatori semisconosciuti che col tempo si fanno conoscere bene.”

Su Gabbiadini. “Manolo fisicamente può essere più una prima punta che un esterno. Parte dalla destra e si accentra perché ha un gran sinistro, però non mi sembra che abbia la velocità e il dribbling per giocare in quella situazione li. Secondo me potrebbero giocare insieme a Quagliarella, più vicini ma dipende da modulo. Ma non lontano dalla porta. Fa un po' più fatica. Poi viene da un campionato diverso, da una preparazione diversa. Lui conosce l’ambiente ma bisogna capire come sta fisicamente perché il gioco della Sampdoria è molto veloce e quindi deve essere anche preparato a livello fisico.”

Sul rendimento di Quagliarella. “A prescindere dal giocatore, Fabio è un grande ragazzo. Una persona umile, vera e sincera. Bisogna attribuirgli e fargli i complimenti per quello che ha passato. Il primo anno a Genova non stava facendo bene proprio per questo problema qui. Gestire questa situazione è un sinonimo di una grande persona, di un grande uomo perché non è facile e non è da tutti. Penso che il gestire questa situazione l’abbia poi tramutata in quello che sta facendo ora.”