DORIA ALE' CAMMINEREMO CON TE - Nord Sud Ovest Est

Rubrica settimanale di approfondimento sul centrocampo blucerchiato
13.03.2019 09:54 di Matteo Rosagni   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
DORIA ALE' CAMMINEREMO CON TE - Nord Sud Ovest Est

"Nord Sud Ovest Est...starò cercando lei o forse me..." cantavano gli 883 in un indimenticabile pezzo degli anni '90. Se nella composizione di Pezzali e Repetto la 'lei' in questione era una bella chica messicana, la 'lei' cercata in ogni punto cardinale dal centrocampo blucerchiato - e dalla Sampdoria tutta - è la vittoria.

La Nίκη (niche) è stata inseguita davvero in ogni dove, attraverso un buon gioco e con tanta determinazione, ma purtroppo è volata via verso Bergamo, anche a causa di tanta sfortuna, oltre che per merito di un'ottima Atalanta. La linea mediana blucerchiata si è proposta per tutta la gara in maniera assai offensiva, paradossalmente più attraverso i centrali, che non nella figura del trequartista. Forse poco coraggio sotto porta e senz'altro il mestiere dell'estremo difensore orobico svolto con grande precisione, hanno impedito di trovare la via del gol anche ai centrocampisti.

I punti cardinali, oltre che metafora della perenne ricerca, sono anche le direzioni da cui tutti i centrocampisti impiegati contro l'Atalanta provengono, considerando la Sud come centro del mondo. Maggior luce è giunta dal nord (sic!), con Dennis Praet, belga, ed Albin Ekdal, svedese, veramente sugli scudi. Una prova maestosa, suntuosa: il fiammingo disputa una gara precisa e con tanto fiato, non si risparmia su nulla, dribla e difende, deficita solo di coraggio innanzi alla porta avversaria. Il vichingo non è da meno, forse solo meno preciso del compagno, ma onnipresente e soltanto un'ottima parata gli nega la gioia del gol.

Meno qualità giunge dal sud: Riccardo Saponara non riesce ad esprimere l'ottimo gioco a cui ha recentemente abituato, probabilmente anche per le molte attenzioni ricevute dalla difesa neroblu e subisce un infortunio sul finire della prima frazione, che costringe Giampaolo a volgere lo sguardo ad ovest e buttare nella mischia Gaston Ramirez. La musica però non cambia e il ruolo del trequartista resta per lo più in ombra fino alla fine, salvo l'incursione in area avversaria che costa ai lombardi il rigore, guadagnato proprio da Gaston. Infine dall'est Karol Linetty disputa una gara tra alti e bassi: si propone spesso in avanti dando man forte in fase offensiva, ma spegne poi malamente sul portiere atalantino una possibile palla gol.

'Nord Sud Ovest Est' ricorda anche l'idea del viaggio, di quel viaggio che spesso la Sampdoria ha compiuto in giro per l'Europa, come le parole di un'altra canzone degli anni '90, a noi molto cara, recitano. Europa però sempre più lontana, ma sulla carta ancora raggiungibile...sognare non costa nulla, sopratutto se a cullarci è la nostra regina sotto i riflettori...