CON IL CUORE FINO ALLA VITTORIA - La crescita esponenziale e quelle parole del mister

Rubrica settimanale di approfondimento sul reparto difensivo blucerchiato
 di Andrea Piras Twitter:   articolo letto 783 volte
© foto di Federico De Luca
CON IL CUORE FINO ALLA VITTORIA - La crescita esponenziale e quelle parole del mister

Siamo tutti d'accordo. La sconfitta contro la Lazio è una punizione eccessiva per una squadra che ha combattuto ed ha messo in difficoltà una big del nostro campionato. Domenica sera al "Ferraris" i blucerchiati hanno cercato di fare male alla compagine di Inzaghi in una sfida che è stata molto bella e ricca di capovolgimenti di fronte.

Purtroppo i gol sono arrivati più per sfortuna che per veri errori di piazzamento. In una prestazione positiva del pacchetto arretrato va però sottolineata la prova superba di un ragazzo che si sta ritagliando uno spazio sempre più importante.

Facciamo naturalmente riferimento a Bartosz Bereszynski. Esterno di fascia polacco ha trovato la giusta fiducia dopo un periodo di ambientamento a Genova. Tutto comprensibile. Non è facile arrivare in una città straniera, nonostante c'era già il connazionale Linetty, con una lingua nuova e soprattutto dettami tattici precisi da assimilare.

Col passare dei mesi Bartosz ha acquisito personalità e disciplina tattica inanellando prestazioni positive una dopo l'altra. Anche al "Ferraris" contro i biancocelesti, il terzino ex Legia Varsavia ha salvato sulla linea il tap in di Luis Alberto erigendo un vero e proprio muro difensivo.

"Sarà un giocatore più forte a partire dall'estate prossima", diceva così Marco Giampaolo nella scorsa Primavera a precisa domanda sulla crescita del ragazzo. Previsione più che mai azzeccata e rispettata dal ragazzo.