...CHE CI FAN VENIRE I BRIVIDI: Quando Sala completa la perfetta opera in copertura

14.04.2019 17:49 di Diego Anelli   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
...CHE CI FAN VENIRE I BRIVIDI: Quando Sala completa la perfetta opera in copertura

Quando si vivevano i periodi più critici, avari di gioie e complicati in termini di prestazioni e risultati, una parte dei mugugni era indirizzata a Jacopo Sala. In certe gare erano stati commessi alcuni errori, come del resto può capitare a chiunque scenda in campo, peraltro in un ruolo nel quale è stato adattato con la massima professionalità per rendersi utile alla causa, lottando anche contro la maledizione degli infortuni che spesso non gli hanno lasciato tregua.

In altre occasioni era visto da qualcuno come un possibile capro espiatorio, del resto accade in ogni ambiente, in ogni stadio, certe amnesie erano, chissà perchè, più difficili da digerire. Lavorando sodo e in silenzio, mai una polemica, mai una reazione fuori posto, un professionista esemplare, capace di farsi voler bene da tutti, oggetto di stime pubbliche, mai mancate da mister Giampaolo che lo ha sempre elogiato, in particolare nei momenti di minor minutaggio. Parole importanti da chi è sempre stato al suo fianco, ha toccato con mano e da vicino la sua sofferenza e la sua voglia di diventare protagonista, lasciare il segno.

Quando Bereszynski è rimasto a lungo fuori per infortunio, qualcuno si sarà messo le mani nei capelli temendo e immaginando da presunto veggente gli errori di Jacopo Sala, il quale si è invece guadagnato attualmente un posto da titolare in virtù di ripetute prestazioni di elevato livello. Attenzione in fase di copertura, coraggio e tempismo nelle progressioni ad accompagnare la manovra, rendendola il più possibile avvolgente e imprevedibile, sfruttando quelle corsie esterne spesso ritenute l'anello debole dello schema tattico. 

Nonostante il polacco tornasse a disposizione dopo il turno di squalifica, sulla destra Jacopo Sala è stato confermato titolare sulla destra. Dopo aver partecipato all'azione che ha mutato il volto al match, la ripartenza innescata e conclusa da Linetty servito da un suo invitante lancio a cambiare il gioco, al 10' ha strappato applausi a scena aperta con una chiusura da terzino di primissimo livello. I rossoblu hanno palla sulla trequarti, Rolon vede l'inserimento sulla sinistra di Lazovic, l'uomo più in forma reduce dal gran goal realizzato al San Paolo, lesto ad attaccare la profondità alle spalle del terzino doriano.

Jacopo vede con la coda dell'occhio il movimento, è pronto a correre un rischio e va in scivolata toccando la palla in area con il ginocchio vanificando il tentativo dell'esterno rossoblu di saltarlo con un dribbling ad accentrarsi. Intervento pulito, tempestivo e provvidenziale, ma Sala completa l'opera perfetta, evitando il corner e procurandosi una punizione da fondo campo. Un'azione, una copertura emblema del livello di sicurezza, consapevolezza dei propri mezzi, forza caratteriale raggiunto. Un altro esempio del grande lavoro svolto da mister Giampaolo, dentro e fuori il campo.