...CHE CI FAN VENIRE I BRIVIDI - L'assolo di Augello vanificato dall'imprecisione

20.02.2021 18:32 di Moreno Cavanna   Vedi letture
...CHE CI FAN VENIRE I BRIVIDI - L'assolo di Augello vanificato dall'imprecisione
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Minuto 54', Augello tenta l'ennesimo scatto su un pallone vicino alla linea di fondo che oramai sembra preda di Marusic, già pronto ad impossessarsene con un intervento in scivolata. Il numero 3 blucerchiato è caparbio e, grazie ad un moto di agilità, riesce a giungere per primo sulla sfera e a superare il montenegrino con uno scavino delicatissimo, che gli permette di portarsi avanti il pallone senza perdere nemmeno un tempo di gioco.

A questo punto l'ex Spezia vede la porta ed ha tutto il tempo di servire uno fra Keita, libero a  centro area, e Quagliarella, il quale giunge di gran carriera sul primo palo. Augello impatta il pallone con grande violenza, indirizzandolo in direzione del capitano con la speranza che la minima spizzata sia sufficiente ad indirizzare la sfera in rete, senza considerare l'azione difensiva di disturbo di Musacchio.

Il pallone viene deviato dal numero 27, ma finisce larghissimo sul fondo, a causa dell'eccessiva forza impressa allo stesso al momento del cross. Questa azione, giunta dopo appena nove minuti della ripresa, poteva certamente regalare il pareggio alla Sampdoria, conferendo agli uomini in campo anche nuova linfa a livello emotivo. Tuttavia, l'incomprensione fra Augello e il capitano rappresenta in modo chiaro le difficoltà riscontrate nella sfida di oggi dai blucerchiati nel trovare la giusta alchimia per attaccare la porta avversaria.

In più di un'occasione, anche negli scorsi impegni, i cross pervenuti a centro area sono stati deboli, imprecisi, fuori misura o troppo potenti; un aspetto senza dubbio da limare, per Claudio Ranieri e il suo staff, per consentire alla Sampdoria di beneficiare, da qui a fine campionato, degli sforzi prodotti sugli esterni dai vari Augello, Jankto, Candreva e Damsgaard.