Cecchinato: "Stupendo ricevere la maglia blucerchiata con il mio nome. Quagliarella un esempio"

16.04.2019 17:26 di Gaia Cifone   Vedi letture
Cecchinato: "Stupendo ricevere la maglia blucerchiata con il mio nome. Quagliarella un esempio"

Il numero 1 del tennis italiano Marco Cecchinato quest'oggi è stato in visita la centro Mugnaini,  realizzando il sogno di incontrare Fabio Quagliarella. Il famoso tennista ha espresso, in una lunga intervista, ai microfoni di Samp Tv l'emozione di aver incontrato il capitano blucerchiato insieme al resto della squadra e aver ricevuto in regalo la maglia della Samp con il suo nome:

"Essere qui a Genova per me è un sogno perchè comunque sono un appassionato di calcio e da piccolino sognavo di diventare un calciatore, poi ho intrapreso la strada del tennis grazie alla mia famiglia perchè sono tutti quanti sportivi e devo dire che non è andata male visto che sono diventato un professionista, e oggi essere qui è stupendo sono molto emozionato. 

Quando ho firmato il contratto con Joma, che è anche lo sponsor della Samp, una delle prime domande è stata quella di poter conoscere Fabio Quagliarella perchè secondo me è un grandissimo calciatore e campione. Ormai anche nel tennis ci sono giocatori che arrivano a 36/37 anni come Roger Federer e Fabio Quagliarella a mio parere è davvero un esempio perchè oltre ad aver fatto delle cose pazzesche quando era giovane, ancora adesso sta dimostrando la qualità e il livello di gioco alto che possiede, adesso sta facendo tantissimi gol e sta regalando spettacolo a tutto il calcio italiano e per me poterlo conoscere è un'emozione unica.

Anche la maglia blucerchiata è stupenda, ha dei colori bellissimi e ho chiesto subito di poterne avere una. Riceverla con il mio nome è stato stupendo e  non le aspettavo, io ho regalato una mia maglietta e sarà quella con cui giocherò a Roma al Foro Italico. 

Questo è il momento più importante della mia carriera da tennista in quanto sono il numero 1 in Italia e il numero 16 nel mondo, il mio sogno era quello di essere tra i primi 100 giocatori del mondo e ci sono riuscito, inoltre ho raggiunto la semifinale al Roland Garros, ho eliminato sulla terra rossa il campione serbo Novak Djokovic; diciamo che ci sono voluti tanti sacrifici per arrivare fino a qui e vorrei giocare per almeno atri 10 anni visto che l'età del tennista si è alzata tanto.

Concludo facendo un grosso in bocca al lupo a tutta la Samp per il finale di stagione a tutti i suoi tifosi".